Le voci, Biava: “Udinese squadra tosta, ma la Lazio può batterla. Sulla difesa a tre..”

Le voci, Biava: “Udinese squadra tosta, ma la Lazio può batterla. Sulla difesa a tre..”

L’ex difensore biancoceleste ha affrontato molti temi, dal ruolo di Anderson al prossimo turno di campionato..

 

ROMA- Questa mattina, ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto l’ex difensore biancoceleste Giuseppe Biava:

“Vedendo le altre partite, la classifica potrebbe riservare qualche sorpresa: se l’Atalanta dovesse fare lo scherzetto al Napoli e se la Lazio dovesse battere l’Udinese i biancocelesti raggiungerebbero i partenopei in classifica. Inoltre c’è anche lo scontro tra Inter e Roma che promette spettacolo.

De Vrij è mancato nell’ultimo anno alla Lazio: averlo recuperato èil miglior acquisto possibile. La Lazio può solo giovarne. Il modulo a tre? è stato dettato dalle caratteristiche dei giocatori: Radu lo ha sempre fatto, Bastos è bravo in marcatura e De Vrij è in grado di tappare i buchi di Radu e Bastos. E’ un modulo che ci può stare vedendo anche il livello degli esterni. Io continuerei con questo assetto tattico visti i risultati raccolti, è quello giusto viste le caratteristiche dei giocatori.Nella difesa a tre c’è bisogno di due difensori bravi nell’uno contro uno e negli anticipi, e il centrale dev’essere bravo tatticamente nel leggere le situazioni. Si può difendere anche meglio con 3: c’è superiorità numerica rispetto all’attacco avversario. Si lavora più di reparto nella difesa a 4, ci dev’essere un’intesa di linea: basta sbagliare un movimento e si concede l’uno contro uno, mentre con i 3 c’è più aggressiità nell’uomo contro uomo. Quando si affrontano le 3 punte però è difficile fare la difesa a tre, si rischierebbe di giocare con 5 dietro.

Felipe Anderson? è un giocatore giovane con caratteristiche fisiche importanti, deve migliorare solo nella fase difensiva, non può pensare solo ad attaccare. Deve dare una mano ma è un giocatore generoso, non si tira indietro nella corsa, può fare benissimo nel nuovo ruolo disegnato per lui da Inzaghi, deve sacrificarsi rischiando di perdere un po’ di lucidità in avanti. Dall’altra parte c’è Lulic che può compensare così la propensione offensiva di Felipe, un po’ come faceva la Juventus lo scorso anno. La Lazio ha due esterni con caratteristiche differenti; uno è più offensivo, l’altro più attento alla fase difensiva. Felipe ha le stesse caratteristiche di Cuadrado: giocando in questo modo i tre dietro possono girare un po’ e la linea può diventare a quattro.

L’Udinese? Non è quella di una volta: in passato ci ha fatto soffrire. Non ha giocatori importanti come Di Natale. E’ una squadra tosta come il suo allenatore. E’ una di quelle squadre rognose che pressano costringendoti a giocare male e poi possono colpirti con giocatori come Zapata e Thereau. E’ una squadra fastidiosa, sarà difficile fare i 3 punti ma la Lazio ha le carte in regola per farlo. I biancocelesti dovranno mettercela tutta.

Belotti e Immobile? Sono giocatori molto simili tra loro, che corrono e non mollano mai per raggiungere il pallone. Sono entrambi molto generosi, trovarseli davanti non sarebbe facile per nessuno: possono dire la loro in nazionale. Spero possano portare in alto l’Italia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy