Le voci, Boninsegna: “Per Candreva partita di sacrificio con la Svezia”

Le voci, Boninsegna: “Per Candreva partita di sacrificio con la Svezia”

Boninsegna parla d’Italia e del momento della Lazio

boninsegna

ROMARoberto Boninsegna, ex attaccante dell’Inter, è intervenuto a Lazio Style Radio: “Ieri l’Italia ha giocato meno bene della prima gare, ma la Svezia è più forte del Belgio dal punto di vista fisico, gli azzurri sono stati molto attenti in difesa, la nostra forza. Hanno sofferto dal centrocampo in su. L’Italia è venuta fuori nell’ultimo quarto d’ora con il palo di Parolo e il gol di Eder, prima è stata una partita piuttosto tirata. La qualificazione agli ottavi permette di cambiare diversi elementi nella sfida contro l’Irlanda, Conte potrà far riposare chi ha giocato le due partite. Il merito dell’Italia va dato solo ai nostri giocatori, abbiamo una difesa solida, un bel collettivo, sono tutti uniti, è difficile segnare all’Italia e se non si subiscono gol prima o poi la partita si sblocca, gli azzurri sono un gruppo coese e molto forte. Candreva è adattato in quel ruolo, è un’ala e non un terzino. Nella partita di ieri si è sacrificato molto, l’allenatore avversario aveva capito che non era il suo ruolo e spesso giocavano su quella fascia per metterlo in difficoltà. Il punto debole dell’Italia è il centrocampo, bene De Rossi ma non abbiamo giocatori che possono impostare il gioco, hanno lo spunto personale ma non possono fare i registi. Mancano Marchisio e Verratti ma la loro assenza è sopperita dalla volontà del gruppo”. Intanto il mercato entra nel vivo >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy