Le voci, Garlini: “La prima partita è strana, sarà importante la preparazione”

Le voci, Garlini: “La prima partita è strana, sarà importante la preparazione”

“Wallace e Bastos hanno bisogno di ambientarsi e per questo vanno aiutati. L’ingresso di de Vrij può sistemare la linea difensiva”

 

ROMA – Oliviero Garlini, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: “Cataldi è un giocatore importante in un ruolo molto delicato, giovane e ha tutte le chance per giocarsi la chiamata della nazionale maggiore, spero che quest’anno possa entrare a far parte del giro della nazionale. La prima partita del campionato è strana, dipende tutto dal tipo di preparazione che entrambe le squadre hanno fatto. Sappiamo bene che la Lazio va a giocare in un campo difficile, l’Atalanta sta cercando di sistemare la linea difensiva e quella offensiva. Ora dipende soprattutto dalla preparazione, da come sono state effettuate se, sotto l’aspetto fisico, hanno lavorato per essere pronte subito o a lungo termine. Come in tutte le cose ci vuole anche un pizzico di fortuna. Sarà importante che la Lazio scenda in campo con la determinazione, l’aggressività agonistica e l’’unione del gruppo. Immobile è molto bravo nel dribbling, ha un buon tiro, giocando là davanti da solo dipenderà dall’impostazione di Inzaghi. Sicuramente è un giocatore che può rendere molto non giocando come prima punta vera ma bensì facendolo ruotare intorno alla linea offensiva. Wallace e Bastos hanno bisogno di ambientarsi e per questo vanno aiutati. L’ingresso di de Vrij può sistemare la linea difensiva”. La Lazio spinge per Dirar >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy