Le voci, Ledesma: “Bielsa ha rivoluzionato il calcio cileno, non Sampaoli”

Le voci, Ledesma: “Bielsa ha rivoluzionato il calcio cileno, non Sampaoli”

“L’argentino deve dimostrare ancora molto e non si è mai confrontato con l’Europa”

ledesma-lazio

ROMA – E’ pronto a tornare in campo con la maglia della Lazio. Cristian Ledesma parla ai microfoni di Radiosei della sua emozione per la serata “Di Padre in figlio”: “Sarà la prima volta che torno all’Olimpico dopo la chiusura del rapporto con la Lazio. Non ci sono più tornato, sarà emozionante perché torno per un evento fantastico. Si preannuncia ancora più bello rispetto all’ultimo. Due anni fa portai mio figlio a bordocampo insieme a me e a grandi campioni. Ricordo con emozione i cambi di gioco di Mihajlovic, mio figlio guardava tutti stupefatti. È stato emozionante per entrambi”. A proposito del futuro della panchina della Lazio, invece: “Serve un allenatore con cui instaurare un rapporto duraturo. Quello vorrebbe dire che le cose funzionano. Su Sampaoli non ho molto da dire se non che nel Cile ha fatto benissimo. Sono dell’idea che quello che ha rivoluzionato il calcio cileno però sia Bielsa. Bisogna vedere su quali basi ha lavorato, ha avuto giocatori ottimi, che fanno parte del panorama mondiale, ma sono tutti esplosi con Bielsa. Vedendolo sempre da fuori mi ha sempre affascinato il suo modo di vivere il calcio. Ho sempre avuto il desiderio di essere allenato da uno come Bielsa, magari fosse arrivato alla Lazio…”. Poi fa un inciso: “Qui serve un allenatore che porti progettualità e organizzazione, la Lazio ha bisogno di questo. Vivendo questi nove anni di Lazio ho capito che serve un allenatore con un progetto duraturo, che possa imporsi anche in fase di mercato. Sampaoli non si è mai confrontato con l’Europa, ha lavorato con grandi giocatori, ma deve ancora dimostrare molto. Serve un progetto a lungo termine, non fare troppi proclami, ci vuole la pretesa di costruire qualcosa. Non serve un anno buono e uno no, ma pensare nel lungo periodo con una buona base di giocatori e pretendere di più”. Infine su un suo ritorno: “Sarei felicissimo di tornare a vestire questa maglia, al di là del prossimo allenatore”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy