Le voci, Liverani: “Supercoppa? Non ci sono favoriti”

Le voci, Liverani: “Supercoppa? Non ci sono favoriti”

Ecco le dichiarazioni dell’ex-giocatore biancoceleste…

ROMA – L’ex centrocampista della Lazio Fabio Liverani ha parlato della partita di stasera ai microfoni di ZonaCalcio.net, queste le sue dichiarazioni: “Non c’è un vero e proprio favorito. Ad agosto le differenze che ci possono esser state l’anno scorso e negli scontri diretti precedenti si azzerano perché sono tutti in fase di programmazione. In queste partite non c’è bisogno di discorsi motivazionali, questi sono i match più facili da preparare per un allenatore: si gioca in casa, davanti il proprio pubblico contro i Campioni d’Italia, la vincitrice della Coppa Italia e finalista di Champions League. La Lazio non ha mai battuto la Juventus negli ultimi tempi e può succedere che questa volta cambi la storia, ma la Juve è sempre la Juve. I biancocelesti devono fare una partita al 150%, sfruttare ogni occasione e concedere il meno possibile”. Anche la Juventus ha dei punti deboli: “I bianconeri sono in fase di rodaggio dopo aver ceduto qualche giocatore. Perdere col Tottenham ci sta ma è pur vero che la Juventus ha creato molto, ha preso più traverse. Se la Lazio, per sbaglio, dovesse pensare che la Juventus è quella della partita con il Tottenham fa un grande errore, deve prepararla come se i bianconeri fossero in una condizione fisica splendida perché è una squadra devastante”.  

RICORDI DELLA RETE SEGNATA ALLA JUVE NEL 2001

“A prescindere dal risultato, con quel gol siamo andati al secondo posto e per noi è stato molto importante. È stato un gesto tecnico stupendo sia per qualità, un pallonetto al volo di prima intenzione, ma soprattutto per il pensiero di fare una cosa del genere. Ricordo che è stato bello per la squadra perché stavamo passando un periodo importante e quel gol ci ha aiutato a vincere, è stato uno dei momenti più belli dei 5 anni alla Lazio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy