LE VOCI – Neri a LSR: “Lazio dal doppio volto ma deve onorare l’Europa”

LE VOCI – Neri a LSR: “Lazio dal doppio volto ma deve onorare l’Europa”

Maurizio Neri commenta il match tra Sparta Praga e Lazio

neri

ROMA – Maurizio Neri, ex giocatore biancoceleste, è intervenuto in collegamento a Lazio Style Radio, 89.3 FM.

“Stiamo assistendo ad una Lazio dal doppio volto, ma è l’unica italiana rimasta in Europa League. Bisogna salvare la stagione a dispetto di un campionato piuttosto anonimo. Il doppio turno con lo Sparta è un incontro da non sbagliare assolutamente. Più si va avanti e più bisogna stare attenti al discorso dei gol presi che, nel doppio confronto, assume importanza vitale.  La consapevolezza della forza della squadra in campo europeo può far ben sperare e lascia un po’ più tranquilli. C’è anche la consapevolezza di affrontare con il piglio giusto questa competizione, gli uomini di Pioli non sbaglieranno atteggiamento, c’è da moltiplicare forze ed energie ma soprattutto non bisogna commettere gli errori del campionato, con gol presi in maniera banale e difesa alta e sprovveduta senza concretizzare. Bisogna eliminare tutto quello che è successo nell’ultimo periodo in campionato, i numeri parlano chiaro, l’anno scorso la stagione è stata molto più che positiva. Quest’anno ci sono stati gli infortuni, quando mancano giocatori importanti per un lungo periodo, qualcosa di negativo viene a galla. Da fuori si fatica a giudicare, con Pioli abbiamo sempre parlato della grande qualità di questa squadra. Ha provato tanti modi di giocare, di soluzioni ne ha tante, purtroppo non ne è venuto a capo. I punti parlano chiaro e qualcosa è venuto a meno. E’ una stagione, a livello di campionato, veramente troppo anonima. Lo Sparta Praga quest’anno sta facendo bene in campionato, sono secondi in classifica e in Europa League sono imbattuti da dieci partite, hanno la consapevolezza dei loro mezzi, ma le loro dichiarazioni fanno intuire che anche loro sentono un po’ di pressione. Sicuramente sanno di non avere l’organico della Lazio. Credo che affronteranno con grande rispetto i biancocelesti, sperando che non si mettano dietro per poi ripartire, ma interpretino la gara in maniera diversa, a viso aperto. L’atteggiamento della Lazio paga in Europa e non in Italia, dove prende gol giocando alta con la difesa alta e vuole segnare a tutti i costi. Al di là dell’atteggiamento dello Sparta Praga mi auguro di vedere una Lazio pimpante e aggressiva che scenderà in campo senza timori. I cechi sono molto fallosi, nella prima fase di Europa League hanno preso più cartellini di tutti. Sarà una gara determinante, il mister avrà visto i giocatori più pronti ed sceglierà la squadra che gli dà più affidamento anche sotto questo punto di vista questo punto di vista. Ci sarà una bella battaglia sportiva, l’avversario darà il 300% delle sue possibilità e bisognerà farsi trovare pronti. Bisogna andare là e fare male, togliere le certezze all’avversario. Non prendere gol per rischiare di non andare in difficoltà. Dal punto di vista delle scelte, l’allenatore li vede e tutti i giorni sa benissimo come stanno. Non mi permetto di giudicare le sue scelte, giocherà chi gli dà più garanzia. L’importante è che non ci sia troppo spazio tra i reparti. I troppi gol subiti sono frutto di disattenzione che parte dagli attaccanti che non aiutano l’azione di non possesso palla e successivamente non scalano bene in fase difensiva. Il mister da questo punto di vista sicuramente è arrabbiato, anche quando salgono per attaccare e sono già in fuorigioco, è una cosa grave ed è sinonimo di non tranquillità. Quando si gioca a calcio sembra tutto facile, anche a livello professionistico, se cambiano gli interpreti e non c’è la possibilità di allenarsi tutti i giorni cambiando i movimenti, in partita la domenica non trovi la velocità giusta. Se manca qualcuno non è così facile da sostituire. Quindi il continuo cambio di giocatori e della linea offensiva ha contribuito molto. Ci sono alcuni giocatori che in alcuni assetti difensivi sono fondamentali. Soprattutto se giochi come la Lazio, con la difesa alta”.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy