Le voci, Orsi: “Inzaghi troppo conservativo, mi aspettavo altro. Quando lo incontrerò glielo dirò”

Le voci, Orsi: “Inzaghi troppo conservativo, mi aspettavo altro. Quando lo incontrerò glielo dirò”

L’ex portiere biancoceleste è intervenuto a Radio sei

 

ROMA – Fernando Orsi, intervenuto a Radio sei, ha confessato di non essere convinto del nuovo modulo: “Inzaghi ha cercato di essere conservativo: vincere con le piccole e cercare di limitare i danni con le grandi. In un allenatore emergente voglio vedere qualcosa di diverso. Tra l’altro lo conosco benissimo e glielo dirà anche di persona. Se me lo permetterà, vorrei confrontarmi con lui proprio su quest’aspetto. I giocatori devono essere impiegati al loro posto, un tecnico deve fare le cose più semplici possibili. Questa squadra è costruita per il 4-3-3, la Lazio non sa giocare con il 3-5-2. Anche gli esterni così non sanno come muoversi. Felipe Anderson ha preso un tunnel ed è stato ammonito, un attaccante esterno non può fare tutta la fascia esterna. Se allenati bene, i tre lì davanti sono alla pari del Milan. Mi sono dato un tempo ragionevole per giudicare i nuovi elementi. Gentiletti sembrava il nuovo Beckenbauer, Bastos si è subito perso nelle ultime partite. Voglio vederli tutti con grande tranquillità, al momento sembrano giocatori normali. Inzaghi probabilmente non li vede pronti e usa la difesa a tre proprio per avere maggior copertura. Ma l’angolano secondo me gioca meglio a due, in questo modo deve uscire in zone che non sono di sua competenza. Anche de Vrij così è limitato”. Ecco le parole di Giorgio Tirabassi >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy