Le voci, Peruzzi: “La mia Lazio era fortissima, doveva vincere di più”

Le voci, Peruzzi: “La mia Lazio era fortissima, doveva vincere di più”

“Vi racconto come diventai portiere”

ROMA  – “Quella Lazio era fortissima, potevamo vincere di più”. Parola di Peruzzi, intervistato dal Corriere dello Sport. Questo un estratto delle sue parole: “Alla maestra serviva qualcuno che toccasse la traversa per fare il portiere, fui l’unico a riuscirci. Doping? Ho sbagliato e ho pagato”. La lazialità, Peruzzi la sente dentro e spiega: “Io amo questa società, la squadra, i tifosi. Ho giocato sette anni con questa maglia. Oggi lavoro per fare il bene di questi colori. Il mio primo tifo è per il calcio”, spiega il nuovo dt: CONTINIUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy