Le voci, Poli: “Il mio gol viene ancora ricordato dopo 30 anni, i tifosi laziali sono meravigliosi”

Le voci, Poli: “Il mio gol viene ancora ricordato dopo 30 anni, i tifosi laziali sono meravigliosi”

Grazie al suo gol la Lazio restò in Serie B

 

ROMA –  Ai microfoni di Lazio Style Radio Fabio Poli ricorda la vittoria contro il Campobasso di ventinove fa: “Ho avuto la fortuna di trovarmi in area su un cross di Piscedda: ho colpito bene la palla con la testa e per fortuna andò in rete. Lì per li non mi resi conto della situazione. Una volta finita la partita capii e capimmo quello che avevamo fatto. La cosa più bella non è il gol in sé, ma quello che ha significato in questi ultimi 30 anni. I tifosi mi hanno sempre omaggiato come fosse una cosa successa ieri, il loro amore non si placa mai. I laziali sono fantastici per questo. Quel campionato fu veramente difficile, partivamo con 9 punti di penalizzazione, in quel periodo con ogni vittoria ne prendevi due, vuol dire che abbiamo dovute vincere 5 partite per recuperare. Eravamo quasi riusciti a salvarci tranquillamente, ma un paio di sconfitte ci ributtarono nella mischia. La partita col Campobasso ovviamente fu fondamentale, ma la più difficile a livello emotivo fu quella con il Vicenza, l’ultima in campionato, per fortuna andò tutto bene”. Per finire, l’ex biancoceleste torna anche su Fascetti, con un paragone moderno: “Era un uomo straordinario. Un padre per noi. A volte non ti parlava a volte era calmo e gentile. Ma teneva alla sua squadra in maniera straordinaria. Ci difendeva e ci proteggeva da qualsiasi squadra. Fece diventare la Lazio una famiglia e creare un gruppo all’interno di una squadra è fondamentale. Conte, per esempio, è stato straordinario in questo. La Nazionale prima di essere un gruppo di calciatori, in questo Europeo è stata un gruppo di amici e di uomini e così era anche la banda del meno 9”. Nel frattempo arriva la notizia bomba dell’avvocato Gentile >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy