Le voci, Romei: “Leviamo la tessera del tifoso, bisogna riportare la gente allo stadio”

Le voci, Romei: “Leviamo la tessera del tifoso, bisogna riportare la gente allo stadio”

Il braccio destro di Ferrero ai microfoni di Repubblica.it

ROMA – Antonio Romei, il braccio destro di Ferrero, uno tra i più attivi in Lega, ha parlato del problema degli stadi ai microfoni di Repubblica.it: “Abbiamo una priorità, un tema che deve diventare centrale per tutte le società, la Lega e tutti i possibili programmi: riportare la gente allo stadio. Se andiamo avanti così tra dieci anni il calcio italiano perderà ogni appeal e si allontanerà ancora di più dalle altre leghe. Altro che diritti tv. Sabato il vero spettacolo sono stati San Siro e Marassi esauriti come non accadeva da anni. Ogni settimana dovrebbe essere così. Dobbiamo lavorare per far tornare gli stadi a essere luoghi di festa e non bunker. Le società devono rimettersi al tavolo con il ministero degli Interni e rivedere tutta la normativa. Via l’inutile tessera del tifoso, via quelle regole che rendono ormai impossibile comprare un biglietto, via a tutti quei controlli che fanno somigliare lo stadio a un bunker. Oggi non ci sono più incidenti negli stadi, ma gli spalti sono vuoti. Le società si devono impegnare e lavorare per garantire la sicurezza anche a costo di assumere ogni responsabilità se non ci riescono. Questo percorso dev’essere affrontato insieme allo Stato e ognuno deve fare la sua parte”. Intanto ci sono novità in casa Lazio >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy