LE VOCI – Sergio a LSR: “Il campionato è ancora lungo”

LE VOCI – Sergio a LSR: “Il campionato è ancora lungo”

Raffaele Sergio, ex terzino biancoceleste, è intervenuto in collegamento a Lazio Style Radio, 89.3 FM.

Sergio

ROMA – Raffaele Sergio, ex terzino biancoceleste, è intervenuto in collegamento a Lazio Style Radio, 89.3 FM: Recuperare tutti questi punti in campionato potrebbe essere un’impresa proibitiva, però la vittoria porta tre punti quindi spesso bastano solo tre partite. Non bisogna mollare, è stato un campionato caratterizzato dall’eliminazione in Champions che, secondo me, ha influito molto. Sotto certi aspetti può influire anche nella progettualità delle società, basta vedere cosa è successo al Napoli la scorsa stagione, ora sta succedendo alla Lazio. Può sembrare strano, ma l’eliminazione dopo la fatica della scorsa stagione ha influito, la Lazio sta facendo lo stesso campionato del Napoli della scorsa stagione, poi la partita di Champions si è inserita tra la fine del mercato e una serie di situazioni che in quel momento possono essere in ballo, quindi se qualcosa va storto o non passi il turno si rompono gli equilibri. Se hai la qualificazione allora aumentano anche gli introiti, se vieni eliminato si creano delle situazioni scomode. Questo non toglie che si poteva fare molto di più quest’anno in campionato.Nella prima parte di campionato gli infortuni sono stati importanti e troppo lunghi, quando si lotta su tre fronti devi essere ben coperto. Ero molto fiducioso nel girone di ritorno, vedendo anche che la società aveva ben compensato sul mercato, ma quello che mi meraviglia è che questa squadra non sta trovando continuità. Ti fa una grande partita, poi quella dopo ti delude.Domenica si scenderà in campo contro una squadra difficile come il Toro.Lazio e Torino sono due squadre deluse, che hanno fatto quasi lo stesso campionato. Quindi mi aspetto di tutto, una grande prestazione o una delusione. Per diventare una grande squadra bisogna trovare la continuità, il campionato di queste due squadre è sulla falsa riga, la mancanza di equilibrio e risultati va a penalizzare due ottime squadre che possono fare molto di più. Bisognerà stare molto attenti a Immobile e Belotti, sono giocatori che attaccano benissimo la profondità. L’Europa League è come se fosse un campionato a parte formato da due partite a volta. La Lazio spenderà energie su questo, non è semplice a questo punto fare un rush finale come quello dell’anno scorso. Hai ottenuto un turno europeo positivo, almeno sulla carta, per continuare ad andare avanti, l’Europa League è una cosa a parte e la Lazio ha le possibilità per fare molto bene”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy