L’ex arbitro Pieri: “Giusto il rinvio di Lazio-Udinese, non si poteva giocare”

L’ex arbitro Pieri: “Giusto il rinvio di Lazio-Udinese, non si poteva giocare”

Questo il commento di una voce esperta

ROMA – Ha fatto storcere il naso a più di qualcuno il rinvio di Lazio-Udinese. Ma ai microfoni di ‘TMW Radio’ l’ex arbitro Tiziano Pieri, dà ragione al collega Banti: “Sta all’arbitro valutare se il campo è in condizione per giocare. Banti, con un doppio sopralluogo, ha ritenuto che non ci fossero più, considerate anche le condizioni meteo. Quindi aspettare non avrebbe portato nessun cambiamento se non quello di mettere a rischio l’incolumità degli spettatori che, lasciando lo stadio, avrebbero potuto trovare una mole d’acqua impressionante. Queste sono scelte concordate con la Lega. L’arbitro fa il sopralluogo e se il pallone non rimbalza è giusto non giocare. Aspettare troppo porta alle polemiche che ci sono state con i lunghi rinvii”.

CASI ANALOGHI 

“Per quanto riguarda i casi di rinvio delle partite per impraticabilità del campo non c’è una vera e propria casistica. Ricordiamo un famoso non rinvio di Perugia-Juventus, ma ne possiamo ricordare anche altre di gare con la pioggia e rinviate.  Intromissione della Federazione? Assolutamente non deve esserci. Ovviamente chi decide per il campionato è la Lega, ma in questo caso è l’arbitro, l’A.I.A.. Può aver smesso di piovere ma il campo è inzuppato. Il drenaggio non permette nelle ore seguenti un rimbalzo omogeneo per il campo”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy