LIVE – Pioli: “Lazio, i conti alla fine. Klose un campione”

LIVE – Pioli: “Lazio, i conti alla fine. Klose un campione”

Ottava vittoria consecutiva della Lazio in campionato. La squadra di Stefano Pioli quest’oggi ha battuto 4-0 l’Empoli e ha scavalcato la Roma al secondo posto in classifica. Al termine della gara, queste le dichiarazioni ai microfoni di Sky del manager biancoceleste: “Garcia ha ragione quando parla di classifica parziale. Dobbiamo…

Ottava vittoria consecutiva della Lazio in campionato. La squadra di Stefano Pioli quest’oggi ha battuto 4-0 l’Empoli e ha scavalcato la Roma al secondo posto in classifica. Al termine della gara, queste le dichiarazioni ai microfoni di Sky del manager biancoceleste: “Garcia ha ragione quando parla di classifica parziale. Dobbiamo essere soddisfatti della nostra classifica e della nostra prestazione, questa striscia positiva ha molto significato, ma dobbiamo guardare oltre. Se siamo arrivati a questo punto è perché abbiamo sempre ragionato così. Le somme si tireranno solo alla fine”.

Si vuole prendere qualche merito?
“Se le cose vanno bene è perché tutte le componenti che lavorano alla Lazio hanno dei meriti. E’ troppo presto, mancano ancora otto gare oltre alla finale di Coppa Italia. Dobbiamo portare a casa il massimo, ma il nostro massimo ancora non lo conosciamo. Adesso siamo soddisfatti della nostra classifica, ma il campionato non è finito e dobbiamo mantenere grande concentrazione”.

 

 

 

Klose all’inizio l’hai tenuto un po’ in disparte. Che rapporto hai con lui?
“C’è stima e rispetto reciproco. Agendo così le cose non possono che funzionare. Lui è un campione in tutto e per tutto, ha ancora tanto da dare. Ha sempre dato il 110%. Quando hai a che fare con giocatori intelligenti il lavoro dell’allenatore è semplificato”.

I quattro in attacco sono i tuoi giocatori più determinanti?
Quella di oggi era la tappa più importante per noi. Abbiamo vinto la semifinale di Coppa Italia giocando contro un grande avversario e una squadra normale poteva peccare di superficialità. Questa vittoria ha un significato molto importante. Ho tanti attaccanti forti, oggi volevo far giocare anche Keita ma l’espulsione inspiegabile di Novaretti non mi ha permesso di effettuare i cambi che volevo”.

Ci sono notizie su de Vrij?
“Aspettiamo le valutazioni mediche, sia lui che Parolo sono giocatori importanti per noi”. (fonte: Tuttomercatoweb.com)


Stefano Pioli ai microfoni di Premium Calcio: “È solo un risultato parziale, siamo contenti del nostro percorso ma siamo arrivati ragionando partita per partita ed è quello che dobbiamo continuare a fare perché mancano tante partite alla fine del campionato. Io credo che oggi ci sia stata una grande risposta della mia squadra, penso che fosse normale aspettarsi un calo, invece la squadra ha risposto bene. Abbiamo sofferto perché l’Empoli ci ha creato difficoltà a dispetto di un risultato molto netto. Quello di riportare i tifosi allo stadio era uno dei nostri obiettivi, siamo soddisfatti perché sappiamo che insieme siamo più forti. Ancora però non c’è la certezza di raggiungere il nostro obiettivo, quindi dobbiamo rimanere concentrati sul lavoro perché penso sia quello a fare la differenza”.

Guarda anche oltre in classifica?
“Noi abbiamo sempre cercato di dare il massimo partita per partita, con la consapevolezza che preparando bene la partita possiamo vincere. È chiaro che adesso siamo in una buona posizione e più punti mettiamo in cascina più abbiamo possibilità di raggiungere il nostro obiettivo. Abbiamo un finale complicato con tanti indiretti, non è il momento di tirare i remi in barca”.

Oggi avete preparato bene la partita.
“Sì, sapevamo che i nostri avversari fanno molta densità in mezzo e siamo stati bravi a chiuderli, poi è chiaro che l’espulsione di Novaretti ci ha condizionati ed è un peccato, però abbiamo grandi giocatori”.

Come sta De Vrij? E si potevano evitare le ammonizioni nel finale?
“Oggi la nota stonata sono stata gli infortuni di De Vrij e Parolo, speriamo che non si tratti di niente di grave. In dieci contro una squadra brillante abbiamo rischiato qualcosa e qualche intervento è andato oltre, ma credo che sia anche giusto”.

I quattro giocatori davanti fanno veramente la differenza
“Sì, questa è una grande consapevolezza che la squadra sta acquistando, è per questo che dobbiamo stare molto compatti e difendere bene, in modo da segnare grazie alla qualità dei giocatori offensivi”. (fonte: Tuttomercatoweb.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy