L’OPINIONE – Oddo: “Dalla crisi si esce con il senso d’appartenenza”

L’OPINIONE – Oddo: “Dalla crisi si esce con il senso d’appartenenza”

Oddo ha la ricetta per uscire dalla crisi

crisi

ROMA – Massimo Oddo, allenatore del Pescara, è intervenuto ai microfoni di CITTACELESTE FM, in onda sugli 88,100 di Elle Radio e su CITTACELESTE TV, canale 669 del digitale terrestre dalle 17,30 alle 19,30: “Siamo in linea con gli obiettivi della società, stiamo facendo un buon campionato, Zeman ha lasciato la sua impronta anche qui a Pescara. Lippi alla Lazio? Ce lo vedrei bene, ha tanto da insegnare. Ha grande esperienza e può portare delle novità, difendo la mia categoria (ride ndr). I momenti di difficoltà ci sono sempre nel calcio, mister Pioli ha dimostrato di essere un grande allenatore e potrà uscire da questo momento di crisi. Un allenatore va mandato via o, quando la squadra non ti segue più, oppure se impazzisce l’allenatore e non credo che questa sia la situazione della Lazio. La squadra è la stessa dello scorso anno, lui conosce lo spogliatoio e ha le capacità di uscirne da questo momento. Se facciamo proclami e altri nomi di allenatori, questo naturalmente non aiuta. Tornare alla Lazio? Me lo auguro, chi non vorrebbe farlo. Ma la certezza di Simeone non ce l’ho, ma ho una speranza. La certezza te la devi creare con le tue mani. Il mio orgoglio è quello di essere diventato capitano e l’affetto che i tifosi della Lazio hanno sempre avuto per me, questo significa che hai lasciato qualcosa. Il ricordo più bello è la vittoria della Coppa Italia, il mio trofeo in carriera. Chi salirà in serie A? Il Cagliari fa un campionato a parte, c’è anche il Bari. Poi c’è un gruppo di squadre dove inserisco anche il Pescara. Secondo me non c’è un nome da dove ripartire, bisogna ripartire dalla maglia e dal blasone. La storia del calcio insegna che senza motivazioni non si va da nessuna parte”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy