L’OPINIONE – Vocalelli: “Un grandissimo centravanti: ecco cosa manca alla Lazio”

L’OPINIONE – Vocalelli: “Un grandissimo centravanti: ecco cosa manca alla Lazio”

Secondo Alessandro Vocalelli alla Lazio manca un grande centravanti

centravanti

ROMAAlessandro Vocalelli, direttore del Corriere dello Sport, è intervenuto a CITTACELESTE FM, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 17,30 alle 19,30, sugli 88,100 di Elle Radio e su CITTACELESTE TV, canale 669 del digitale terrestre a Roma e nel Lazio: “Faccio fatica ad inquadrare la Lazio. E’ sicuramente una squadra che ha dei valori, ma ha dei momenti di caduta di attenzione. Se trova l’avversario di grido, rende al massimo, altrimenti abbassa l’attenzione con le cosiddette piccole. La Lazio non ha un centravanti di grido che ti fa gol nelle partite decisive, su Pioli penso che qualsiasi altro allenatore, anche Mourinho, non sarebbe riuscito a fare di più del mister di Parma, se si fosse trovato sulla panchina biancoceleste. La Lazio si è trovata spesso una difesa improvvisata, ci sono delle criticità evidenti in alcuni ruoli eppure Pioli è riuscito a fare tanto: terzo posto, finale di Coppa Italia. Se ti trovi in rosa difensori come Hoedt,Mauricio e Gentiletti, non si può pretendere di più. Le debolezze della Lazio sono evidenti, facilmente migliorabili. Serve gente pronta e matura, prenderei un esterno sinistro e un altro centrale di difesa maturo. Alla Lazio manca un grande centravanti di qualità, i tre a disposizione non riescono a fare la differenza, anche il Klose di ora non è quello di 10 anni fa. Le grandi squadre hanno tutte un grande centravanti: vedi l’Inter con Icardi e il Napoli con Higuain. I protagonisti del girone di andata sono stati Higuain e la Juventus. Il giocatore più decisivo è stato senza dubbio il centravanti del Napoli, poi la Juventus che ha recuperato punti con la sua forza prorompente, secondo me saranno queste due squadre che andranno a giocarsi il titolo fino alla fine”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy