Milinkovic: “Felice dell’interesse di Mourinho, ma sono un giocatore della Lazio…”

Milinkovic: “Felice dell’interesse di Mourinho, ma sono un giocatore della Lazio…”

L’allenatore dello United era in tribuna per la partita della Serbia contro il Montenegro. Lo Special One si sarebbe lamentato della formazione iniziale con l’assenza di Sergej: “Magari non era qui per me, ma per qualcun altro”

di cittacelesteredazione

ROMA – E’ tempo di Nazionale per Milinkovic-Savic. Il centrocampista biancoceleste è stato convocato con la Serbia, e ieri sera durante la sfida con il Montenegro a vederlo c’era un’ospite d’eccezione, Josè Mourinho. Non è un mistero infatti che il Manchester United abbia messo nel mirino il fenomeno biancoceleste, specialmente in caso di cessione di Pogba. Ai microfoni di rts.rs, Sergej ha commentato così la presenza dell’allenatore portoghese sugli spalti e le conseguenti voci di mercato: Sono un giocatore della Lazio, ma è ovvio che mi abbia fatto piacere che un allenatore del suo spessore sia venuto a vedere la partita. Se ha dato l’impressione di non essere d’accordo con la formazione iniziale potrebbe non essere a causa mia. Magari non era qui per me, ma per qualcun altro. Ho letto un po’ ovunque che fosse qui allo stadio per vedermi giocare, ma questo non significa nulla“. 

Poi sulla vittoria di ieri contro il Montenegro, in cui Milinkovic è entrato solamente al 79′: “Non ho giocato dal primo minuto, ma non è stato un problema per me. Sapevo che prima o poi sarei entrato. Quando ho fatto il mio ingresso in campo ho aiutato la squadra a realizzare il secondo gol e così abbiamo portato a casa la vittoria. A differenza di ciò che si potrebbe pensare, non era assolutamente una sfida semplice. Mi è piaciuto il nostro atteggiamento, siamo entrati bene in partita. Il rigore è arrivato al momento giusto. Il Montenegro ci ha pressati per 20-25 minuti, ma siamo stati bravi a saper gestire il risultato“. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy