• TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CALCIOMERCATO DELLA LAZIO? LE TROVI SUL CANALE 669 DELLA TUA TV! 24 ORE AL GIORNO!

Milinkovic: “Lazio, sarò il tuo Ibrahimovic e insieme andremo in Champions”

Milinkovic: “Lazio, sarò il tuo Ibrahimovic e insieme andremo in Champions”

Ecco il nuovo proposito di Sergej per il 2017: oggi tornerà in gruppo dopo l’affaticamento

di redazionecittaceleste

ROMA – I sogni son desideri di sfrontata felicità. Soprattutto alla sua età. Contro ogni scaramanzia, Milinkovic li urla ancora a gran voce in patria la notte di capodanno: «Nel 2017 voglio centrare a tutti i costi la qualificazione in Champions con la Lazio e vincere l’Europeo con la Serbia in Polonia», le parole riportate da IlMessaggero. Idee chiare per Sergej, già rientrato a Formello, ma affaticato da due giorni. Nessun allarme, oggi sarà a pieno ritmo in gruppo per mettersi alle spalle il 2016 a San Siro: «La mia crescita è evidente, ma sono ancora giovane e commetto qualche sbaglio. Amo la Serie A, la preferisco alla Liga e voglio restarci». Niente Spagna dunque, la Juve vorrebbe fargli fare il salto in Italia a giugno: «Sono solo speculazioni», giura l’agente Kezman. Anche perché Lotito è pronto a far lievitare la valutazione di 25 milioni fatta la scorsa estate al Napoli. Il talento di Sergej può raggiungere cifre “galattiche”: «Sergej ha mosso i primi passi in Portogallo, nelle giovanili dello Sporting Lisbona – rivela la madre Milena – e nel frattempo giocava anche a tennis. Poi il calcio ha preso il sopravvento. Lui è sempre stato accanito tifoso del Real». Lo ammette, il biancoceleste: «Da piccolo impazzivo per Raul, oggi è invece Ibrahimovic il mio calciatore preferito. Così come chi lo allena. Mourinho è il miglior allenatore al mondo».

ERRORE – A ognuno il suo. Lo spilungone Milinkovic è il nuovo punto fermo d’Inzaghi. Imprescindibile nel 4-3-3 o nel 3-5-2, studiato a inizio anno proprio per far posto a questo serbo d’oro. Messo da parte nelle ultime sette giornate della scorsa stagione, Sergej adesso deve farsi perdonare l’ultimo errore domenica contro il Crotone. Nelle prime 18 giornate migliore in campo col Pescara, a Palermo, Marassi, con la Fiorentina. Sergej lezioso contro l’Inter: solito top player per anticipi (5) e duelli aerei (7), deve migliorare parecchio nella protezione della palla. Con quella stazza (191 centimetri) dovrebbe essere una ralla. Invece ecco i 9 possessi persi da Milinkovic (quasi un terzo di tutti quelli della Lazio, 32). Letale quello su Banega in occasione del vantaggio nerazzurro. Domenica Inzaghi si aspetta molto di più da lui: oggi partiranno le prove tattiche a Formello, ci sono Luis Alberto ( a sorpresa in vantaggio su Kishna) e Lombardi in rampa di rilancio. Milinkovic con Biglia e Parolo a centrocampo per afferrare in volo il quarto centro con un suo gancio.

STELLA – Ringhia e morde, ma sotto porta può diventare ancora più forte. Ed è proprio un ex biancoceleste tignoso a predirgli un futuro radioso: «E’ in gamba e intelligente. Ha sfruttato lo scorso anno per imparare come si sta in serie A ed in Italia – assicura Stankovic – e quest’anno si sta vedendo la differenza. E’ sempre titolare, pericoloso, fa gol di testa, di piede. Sarà molto importante per la Lazio e per la nazionale serba». In patria Milinkovic in questi giorni è anche al centro della cronaca rosa per il “divorzio” con la fidanzata Andrea Travica. Era venuta a Roma a vivere con lui, ma la storia è finita. Così Sergej ha cancellato tutte le foto insieme dal profilo Instagram. Adesso il 21enne cerca una nuova fiamma italiana. Se ne riparlerà dopo la Befana: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy