Nedved: “Venire alla Lazio è stato fondamentale. Si curava ogni individuo in maniera maniacale”

Nedved: “Venire alla Lazio è stato fondamentale. Si curava ogni individuo in maniera maniacale”

ROMA – Ai microfoni di Denic.cz, è tornato a parlare Pavel Nedved: “Il passaggo alla Lazio è stato un passo importante della mia carriera. Mi accorsi che dovevo andare a giocare in un club importante per migliorare e ho avuto la fortuna d’incontrare Zeman. Lui mi ha insegnato come importmi…

ROMA – Ai microfoni di Denic.cz, è tornato a parlare Pavel Nedved: “Il passaggo alla Lazio è stato un passo importante della mia carriera. Mi accorsi che dovevo andare a giocare in un club importante per migliorare e ho avuto la fortuna d’incontrare Zeman. Lui mi ha insegnato come importmi ed io ho saputo esprimermi a meglio preparando le gare. La mia fortuna è stata che alla Lazio non ho neanche dovuto forzare le mie caratteristiche per questioni di formazione vista la cura maniacale che c’era su ogni individuo. C’erano tanti giocatori più forti di me ma non volevo deludere l’allenatore che mi aveva voluto fortemente. L’addio? Volevo sempre essere fra i migliori al mondo. Lasciare la Lazio non è stato facile ma la situazione economica era difficile e l’affare fu ottimo. Volevo salire di un gradino e scelsi Torino come ultimo passo per la mia carriera. Oggi posso dire che questi due passaggi li rifarei sicuramente”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy