IL PANZER – Klose: “Obiettivo Europa e potrei restare…”

IL PANZER – Klose: “Obiettivo Europa e potrei restare…”

ROMA – Miroslav Klose è uno degli autentici trascinatori di questa Lazio stellare: “Il nostro obiettivo è quello di tornare in Europa League – ha detto in un’intervista a Sport1.de – se poi dovessimo arrivare secondi e andare in Champions League dalla porta principale sarebbe davvero fantastico. Il cammino è…

ROMAMiroslav Klose è uno degli autentici trascinatori di questa Lazio stellare: “Il nostro obiettivo è quello di tornare in Europa League – ha detto in un’intervista a Sport1.de – se poi dovessimo arrivare secondi e andare in Champions League dalla porta principale sarebbe davvero fantastico. Il cammino è ancora lungo e abbiamo un percorso duro di fronte a noi”. A 37 anni ha ancora tanto da dare: “Fin da quando ho inziato a giocare a calcio ho capito che il mio corpo era una risorsa importante e un grande capitale da gestire soprattutto quando si diventa professionisti. Con il tempo e l’esperienza ho imparato a a gestirlo sempre di più, utilizzando molto la forza mentale”. Sui colleghi italiani Gomez e Podolski: “Ho un ottimo rapporto con loro, Gomez ha avuto diversi infortuni, ma è un grande attaccante e quando è in un buono stato di forma può essere un attaccante molto forte e sarà in grado di offrire delle prestazione al top. Su Lukas posso dire che il suo è principalmente un problema mentale, gli serve segnare qualche gol per sbloccarsi. Entrambi hanno una grande forza mentale, devono continuare a lavorare duro e non mollare. Era quello che facevo io dopo un infortunio. Podolski ama molto stare sui social network, Facebook e Twitter, cose che fanno parte della modernità e dei gocatori di oggi che li usano molto. Io a malapena riesco a mandare un messaggio su Whatsapp (rde ndr).

 

 

Sul futuro: “Ho un contratto che mi lega alla Lazio anche per la prossima stagione, ed è importante concludere questa stagione con la certezza di avere un altro anno qui a Roma. La mia decisione sarà spontanea e vedrà coinvolta anche la mia famiglia. Può darsi anche che mi fermo in estate, oppure un’altra stagione con la Lazio. Per me è importante concludere questa stagione fino alla fine e dare il massimo, poi prenderò la mia decisione in maniera veloce e spontanea. Il Kaiserslautern mi è rimasto nel cuore, come tutte le squadre dove ho giocato e che hanno rrappresentato una parte importante della mia carriera, sono sempre rimasto molto legato anche ai loro fan. Ma escludo che possa tornare li. Gli Stati Uniti sono affascinanti, la decisione sarà spontanea, ma ho ancora un anno di contratto con la Lazio e non è escluso che possa terminare la mia carriera qui”. Sul possibile ritorno in Nazionale: “Potrei tornare come mascotte (ride ndr). La mia decisione di lasciare la Nazionale è irrevocabile. E’ molto bello seguire la nazionale dalla Tv e vedere i ragazzi da questa dimensione, sono contento per quello che ho fatto per la Germania. Sicuramente fare l’allenatore è un mio grande desiderio, mi permette di rimanere attaccato al campo e viverlo in maniera attiva, le filosofie e le idee di calcio degli allenatori che ho avuto nella mia carriera mi hanno sempre affascinato. Sono fiducioso per la qualificazione della Germania ai prossimi europei, abbiamo perso un pò di smalto dopo la gioia della vittoria del Mondiale in Brasile, non abbiamo giocato con la stessa intensità, ma con una forza media. Ora non dobbiamo mollare un millimetro per raggiungere il traguardo della qualificazione“.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy