Onazi: “Sogno la Champions con la Lazio”

Onazi: “Sogno la Champions con la Lazio”

ROMA – Terminati gli allenamenti, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM Eddy Onazi, centrocampista biancoceleste, per parlare del momento Lazio e salutare tutti i tifosi della Prima Squadra della Capitale. Oggi un allenamento importante, come si prepara il gioco della Lazio in questo rush finale:“Abbiamo preparato…

ROMA – Terminati gli allenamenti, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM Eddy Onazi, centrocampista biancoceleste, per parlare del momento Lazio e salutare tutti i tifosi della Prima Squadra della Capitale.

Oggi un allenamento importante, come si prepara il gioco della Lazio in questo rush finale:

Abbiamo preparato bene questa partita, ma non è solo questa, le prepariamo bene tutte. Il mister ci dice sempre che bisogna giocare tutte le gare come una finale, se vuoi diventare un campione. Quindi dobbiamo farle tutte benissimo, se vogliamo arrivare alla Champions”.

Tu hai già giocato in Europa League, ma potete puntare alla Champions League:

La Champions è come un mondiale, è una competizione che tutti vogliono giocare. E’ un sogno, e per me lo è moltissimo”.

Hai disputato da titolare la finale di Coppa Italia con la Roma. Ora c’è la finale con la Juventus:

Ero in campo il 26 maggio. Che partita! Al San Paolo è stata una cosa bellissima, conquistare la finale e cantare tutti abbracciati sul campo. Io sono il primo tifoso della Lazio, e vedere tutti i tifosi a Formello in piena notte è stato entusiasmante. Voglio salutare tutti loro, fanno dei cori bellissimi, è stato un bel gesto. Sarà una bella gara la finale con la Juventus. Come dice il mister, si può fare. In campionato abbiamo fatto due errori, e non si possono commettere, se vogliamo giocare da campioni, dobbiamo prestare molta attenzione. Poi bisognerà essere positivi, e sicuri delle posizioni in campo. Abbiamo notato gli errori, e dovremo lavorarci su per la finale.

Che gara ti aspetti contro il Chievo:

Per me non c’è una squadra facile in Serie A. Basta vedere come la Juventus ha perso con il Parma. Tutte le partite sono contro squadre, né grandi né piccole. Così domenica bisognerà vincere con rabbia e grinta, per forza”.

Che gruppo è questo, cosa ha di differente rispetto agli altri anni:

Il gruppo parte dal mister. Lui è il primo che ci fa gli scherzi. Però, quando siamo in campo, è la persona più seria del mondo. Quando cominciamo il lavoro al 100% non si scherza più. Lui ti sta vicino da giocatore, lui ci da coraggio. Per me l’importante è giocare come squadra e vincere come squadra, ho giocato di meno quest’anno, succede, non sono stato tanto bene dopo la partita con la mia Nazionale contro la Francia, ma succede il calcio è anche questo. Non mi interessa essere titolare o no. L’importante è essere pronti per giocare, perché quando il mister mi chiama, io sono pronto.

Per quanto riguarda il gruppo, siamo molto uniti. Per esempio, ho giocato a FIFA con Morrison. Lui mi ha detto che gioca a FIFA meglio di me, ma io non ce l’ho, così abbiamo giocato a PES. E’ un bravo ragazzo. Anche quando è arrivato Perea, io gli sono stato tanto vicino.

Oggi la Primavera ha il Derby all’Olimpico:

Questi ragazzi stanno facendo benissimo. E’ una partita molto importante. Io andrò allo stadio questo pomeriggio per dargli la carica, gli faccio un grande in bocca al lupo, devono dare tutto. Non possiamo perdere questo derby. Dobbiamo vincerli tutti i derby”.

Come lo hai vissuto il tuo Derby di Coppa Italia con la Roma:

Ognuno ha la sua situazione, il giorno prima del match era tranquillo. Devi essere tranquillo e avere molta calma. Non c’è un’altra soluzione. Non bisogna avere l’ansia. Devi pensare che puoi fare qualcosa di grande in campo, giocando con semplicità, aiutando la squadra e facendo meno errori possibili”.

E’ importante la fede in questi momenti:

“Quando ci sono determinate situazioni, io ringrazio Dio. Lui mi sta aiutando tanto, so che sta vicino a me. Come scrivo sempre su Instagram, Dio è il numero uno ed è tutta la mia vita. Dobbiamo pregare sempre, e chiedergli di darci la giusta direzione”.

(fonte: S.S. Lazio pagina Facebook ufficiale)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy