Palombi: “Non mi aspettavo la convocazione, sono qui per giocarmi le mie carte”

Palombi: “Non mi aspettavo la convocazione, sono qui per giocarmi le mie carte”

“Speriamo di ritagliarci spazi importanti, abbiamo vinto tanto con la Primavera e ci meritiamo questi palcoscenici”

Palombi

Simone Palombi, esterno biancoceleste classe 1996, è intervenuto in collegamento, dal ritiro di Auronzo di Cadore, ai microfoni di Lazio Style Channel.

“Il lavoro sta procedendo bene anche se il tempo non è dalla nostra parte, sia lo staff che noi giocatori siamo tutti contenti, ora è fondamentale mettere benzina nelle gambe.Ieri abbiamo fatto una buona partita, era importante per il minutaggio, sono test che servono per il rodaggio, siamo contenti sia del risultato ma anche del lavoro atletico che abbiamo fatto. Stiamo crescendo e ce la stiamo mettendo tutta per arrivare pronti per l’inizio del campionato.La convocazione nel ritiro non me lo aspettavo, con la società avevamo progettato tutt’altro ma quando è arrivata la chiamata di mister Inzaghi non gli ho potuto dire di no. Adesso vedremo quale sviluppo avrà questa esperienza ma il mister conosce bene le mie caratteristiche e non ho esitato a dare il mio assenso.Lo staff tecnico è un gruppo che viene dagli Allievi, ha fatto tanta gavetta e per me è motivo di grande gioia lavorare con lo staff con il quale sono cresciuto. Si stanno integrando al meglio.Mi piace spaziare in tutti i ruoli del reparto offensivo, sia come esterno che come prima punta non cambiano le mie caratteristiche ma vanno modificate, il mio obiettivo è buttarla dentro al di là del ruolo.Essere il capocannoniere assoluto della Primavera è per me motivo di orgoglio soprattutto per il lavoro che c’è stato in questi 3 anni, 55 gol sono un bottino importante e sono orgoglioso di questo record.In questi anni il mister e il suo staff hanno fatto la differenza nelle motivazioni, si basano sulla testa di ogni singolo atleta e sanno. La grinta è fondamentale per vincere le partite e i titoli, hanno usato queste armi in Primavera e spero che lo facciano anche in prima squadra.I senatori? Sono tutti ottimi ragazzi che si mettono a disposizione del gruppo e non ti fanno sentire un giovane, abbiamo un rapporto di fiducia e stima reciproca.Siamo venuti qui per guadagnarci il posto e non per fare numero, se siamo qui è perché credono in noi e pensano che possiamo fare bene anche a questi livelli. Speriamo di ritagliarci spazi importanti, abbiamo vinto tanto con la Primavera e ci meritiamo questi palcoscenici”. (sslazio.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy