Petkovic: “C’è stato impegno. Il mio futuro?…”

Petkovic: “C’è stato impegno. Il mio futuro?…”

AGGIORNAMENTO ORE 18.00 – Il tecnico della Lazio Vladimir Petkovic ai microfoni di Mediaset Premium parla della prestazione dei biancocelesti con un po’ di rammarico spiegando però di avere ancora saldamente in mano la situazione: “E già diverse settimane che ci sono troppe voci attorno alla squadra e credo che…

AGGIORNAMENTO ORE 18.00 – Il tecnico della Lazio Vladimir Petkovic ai microfoni di Mediaset Premium parla della prestazione dei biancocelesti con un po’ di rammarico spiegando però di avere ancora saldamente in mano la situazione: “E già diverse settimane che ci sono troppe voci attorno alla squadra e credo che sia normale perché siamo in una posizione tale da non poterci difendere. Anche oggi meritavamo qualcosa di più, ma siamo stati poco concreti davanti e abbiamo pagato una disattenzione. Credo di avere ancora la squadra in mano perché la squadra ha giocato una buona gara e ci penalizza solo il risultato. Oggi abbiamo dato tutto e non abbiamo demeritato pur non riuscendo a segnare: è un momento no e la matematica ci condanna, ma la squadra è viva e ha voglia di rimettersi in piedi. Mentalmente in Europa siamo più liberi e consapevoli rispetto a quando giochiamo in Italia. Forse il fatto che si giochi più aperto in Europa ci permette di rendere meglio e di giocare più il nostro calcio. Oggi il Torino, a cui faccio i miei complimenti, si è difeso per quasi tutta la gara senza lasciarci spazi. – conclude Petkovic – Hernanes? L’ho tolto per avere una presenza in più negli ultimi sedici metri, non perché avesse demeritato“. (Tmw)

 

ROMA – Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Petkovic. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione. “Oggi la squadra si è impegnata, è mancata la concretizzazione. In questi momenti tutte le occasioni vanno usate al massimo. Bisogna continuare a lavorare, in situazioni come queste. L’assenza di Klose? Se stava bene l’avrei convocato, ha ancora dolori. Non si sentiva di partecipare a questa trasferta. Cosa manca? La convinzione, che però come sappiamo arriva con i risultati. E’ tutto legato insieme. L’anno scorso certi tiri andavano dentro, oggi non ci riusciamo”.

 

GUARDARE AVANTI – “Non possiamo buttare tutto all’aria. Abbiamo pochi punti, ma noi dobbiamo continuare ad onorare il campionato provando ad uscire tutti insieme da questo momento. La difesa? La differenza con lo scorso anno c’è ma oggi non ho visto una squadra che ha sofferto sotto questo punto di vista, alla fine loro hanno fatto 3 mezzi tiri. Penso che in tutti i settori si può migliorare, ma rimanendo compatti e senza essere attaccati dalla negatività, come è accaduto in questo ultimo periodo. Il mio futuro? Nell’ultimo periodo ci sono state molte speculazioni. Non ho dato dimissioni, non ho firmato per la svizzera, non è arrivato nessuno degli allenatori che erano stati avvicinati alla Lazio, questo l’avete visto. Il rapporto con Lotito? In questi giorni abbiamo parlato, anche ieri sera. Non è cambiato niente“.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy