Plastino: “È da giorni che ho desiderio di puntualizzare una situazione”

Plastino: “È da giorni che ho desiderio di puntualizzare una situazione”

FLASH – Michele Plastino, è tornato a parlare attraverso la propria pagina facebook. Ecco le sue parole. “È da giorni che ho desiderio di puntualizzare una situazione. Tutto il mio agire per la Lazio nasce da una profonda esigenza interiore. Una vocina che mi spinge. La ragione mi imporrebbe di…

di redazionecittaceleste

FLASH – Michele Plastino, è tornato a parlare attraverso la propria pagina facebook. Ecco le sue parole. “È da giorni che ho desiderio di puntualizzare una situazione. Tutto il mio agire per la Lazio nasce da una profonda esigenza interiore. Una vocina che mi spinge. La ragione mi imporrebbe di comportarmi diversamente perché ne subisce il mio lavoro. Considerate che la Lazio società mi detesta e che con la storia dell’accredito si è rovinato anche il rapporto con De Martino che si era mantenuto malgrado tutto, la curva nord non mi ha mai certo amato e non ha rapporti con me neanche ora e in più avrete notato quanti Lotitiani mi accusano di essere …romanista“.

 

“Il discorso sulla curva merita un breve approfondimento. Nessuno mai mi ha accusato di ruffianeria. Anzi. Per motivi politici siamo sempre stati distanti. Ma la Lazio è un’altra cosa. So che qualcuno in curva non vede di buon occhio “l’alleanza temporanea”ma non per motivi politici che capirei. Ma per altre storie leggendarie. Mai fatto una denuncia anche perché non avrei saputo chi denunciare, né ho mai detto che gli ultras sono dei delinquenti. Non sarò mai dalla parte dei buu o dell’antisemitismo ma ero con chi difendeva i ragazzi di Varsavia e con chi era finito in carcere su denuncia della Lazio. Mi sono preso bombe e inseguimenti ma il libero pensiero è la mia fede. Sul problema della delinquenza un anno e mezzo fa, durante i miei cento passaggi, avvertii che c’era il pericolo che certa malavita organizzata si stava infiltrando e inserendo nelle curve. Ma era un avvertimento. Non una accusa. È un concetto profondamente diverso perché pensavo ai tanti giovani in buona fede. Per cui io sono qui , pronto a discutere su tutto. Comunque queste mie righe solo per stabilire che il mio operato nasce dall’anima. Non mollo ma voglio fare il giornalista non il capo popolo“.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy