Reja: “A Roma poca pazienza, dissi che Felipe Anderson era davvero forte”

Reja: “A Roma poca pazienza, dissi che Felipe Anderson era davvero forte”

BERGAMO – Non sente colpe proprio, nella tardiva esplosione di Felipe Anderson, Edy Reja. Piuttosto attribuisce responsabilità all’ambiente: “Durante la settimana, quando lo allenavo io, già faceva vedere cose importanti e qualità ma ogni volta che lo facevo giocare, come sbagliava una palla veniva fischiato. Le attese di Roma erano…

BERGAMO – Non sente colpe proprio, nella tardiva esplosione di Felipe Anderson, Edy Reja. Piuttosto attribuisce responsabilità all’ambiente: “Durante la settimana, quando lo allenavo io, già faceva vedere cose importanti e qualità ma ogni volta che lo facevo giocare, come sbagliava una palla veniva fischiato. Le attese di Roma erano eccessive. E’ stato pagato circa 10 milioni e qualcuno si aspettava che potesse risolvere subito i problemi della Lazio. Non c’è molta pazienza a Roma, era un ragazzo che aveva già dimostrato di avere grandi mezzi e qualità. Parlando con il presidente Lotito e Tare dissi che questo era un grande giocatore in tempi non sospetti, lo scorso anno”. Il tecnico dell’Atalanta parla così a Sky Sport. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy