Sassuolo, Squinzi: “Obiettivo Champions League. Lotito? Mai in accordo. E non mi fate dire altro” Poi su Maldini…

Sassuolo, Squinzi: “Obiettivo Champions League. Lotito? Mai in accordo. E non mi fate dire altro” Poi su Maldini…

“Io al posto di Tavecchio a capo della Figc avrei messo Demetrio Albertini. Se si votasse domani per eleggere il numero uno della federazione, proporrei un solo nome: Paolo Maldini”

 

ROMA – Giorgio Squinzi – presidente del Sassuolo – s’è concesso oggi ad una lunga intervista a La Stampa di cui vi proponiamo uno stralcio. “Il progetto – ha detto – è portare il Sassuolo stabilmente nelle prime tre-quattro squadre d’Italia. Nel calcio non c’è niente di certo, ma questa può essere la stagione in cui fare un altro salto in avanti e verificare il nostro progetto. Mi conforta vedere che con le grandi squadre nella scorsa stagione abbiamo sempre giocato alla pari, spesso vinto e quando abbiamo perso è stata anche per errori arbitrali. La strada presa è quella giusta: il Sassuolo deve puntare sempre all’Europa. È i passaggi a vuoto di Inter e Milan per esempio ci possono aiutare. Nel 1994 esordimmo nel ciclismo con il marchio Mapei e nessuno ci diede credito. Alla fine dell’anno quella squadra fu la migliore del mondo. Noi come il Leicester? Il calcio a volte si diverte con le sorprese“. Poi la frecciata: “Io sono molto in sintonia con Andrea Agnelli e lo ero con Silvio Berlusconi. Non lo sono e non posso esserlo con Claudio Lotito. E non mi faccia dire di più…”. Poi, ad “Avvenire” aggiunge: “Io al posto di Tavecchio a capo della Figc avrei messo Demetrio Albertini. Se si votasse domani per eleggere il numero uno della federazione, proporrei un solo nome: Paolo Maldini”. E per Lotito i problemi non finiscono qui: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy