Sergio: “La Champions è alla portata, ma servono alternative a Biglia e Parolo”

Sergio: “La Champions è alla portata, ma servono alternative a Biglia e Parolo”

Ecco le sue dichiarazioni…

ROMA- Ai microfoni di Lazio Style Radio è intevenuto Raffaele Sergio per parlare dei temi più caldi in casa Lazio: “Sia Patric che Lukaku sono cresciuti tantissimo, quindi sotto questo aspetto la Lazio è ben coperta. Lukaku ha avuto un inizio difficile, ci ha messo un po’, però aveva dalla sua l’età e quando è stato chiamato in causa ha fatto molto bene. Sul reparto arretrato la Lazio è intervenuto e lo ha fatto molto bene. Ha trovato giocatori molto affidabili. Ha giocatori giovani e di spessore che hanno ampi margini di miglioramento. Se riuscirà a confermare i centrali è messa molto bene. Strakosha? Ha dimostrato di poterci stare. Io non vedo grandi portieri in giro che possano fare la differenza, certo è che deve crescere. Inzaghi? Io non lo conosco bene, però a quanto vedo è innamorato della Lazio. Il ciclo si è aperto l’anno scorso, ora non so quanto potrà durare e se può essere l’uomo giusto. Diciamo che alle volte è il dio denaro che può cambiare le vicende, ma i presupposti ci sono tutti per continuare insieme a lungo”.

MERCATO

tare-lazio

Sul mercato ha aggiunto: “Credo che il problema della Lazio sia a metà campo e un po’ davanti. Servono delle alternative a Biglia e Parolo, giocatori con le stesse caratteristiche. Così come in attacco, perché giocare ogni tre giorni ti toglie tantissime energie. Bisogna per forza implementare la rosa. Keita può sicuramente variare la situazione di mercato della Lazio. È un giocatore troppo importante per questa squadra. La Champions? A differenza delle milanesi la Lazio ha una rosa più compatta. Manca davvero poco alla Lazio per raggiungere questo obiettivo. È normale che con quattro posti, tutte le squadre vorranno arrivarci e ci sarà una lotta agguerrita”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy