Strakosha: “Esordio? Ero tranquillo, Marchetti mi ha aiutato molto. Buffon il mio preferito”

Strakosha: “Esordio? Ero tranquillo, Marchetti mi ha aiutato molto. Buffon il mio preferito”

Il portiere albanese si racconta ai microfoni di Lazio Style

 

ROMA – Thomas Strakosha ha voluto raccontare il suo esordio ai microfoni di Lazio Style: “Contro il Milan l’ho saputo alla fine che avrei giocato, però meglio cosìEro tranquillo, un bello stadio dove esordire, però non me lo sono goduto a pieno per il risultato. Non me l’aspettavo di esordire in Serie A, poi contro il Milan meno che mai. Però la fortuna ha voluto che le cose andassero così. Marchetti mi ha aiutato, lo apprezzo molto. Allenandoti con lui puoi solo crescere. Vargic, Marchetti e Berisha sono grandi portieri. Posso solo migliorare da loro, rubando anche con gli occhi. Mio Padre, che ha affrontato la Lazio nel 1999, ha detto che ha giocato contro la squadra più forte mai incontrata nella sua vita. Buffon è il mio portiere preferito, ma come modello di vita scelgo mio padre. Fuori dall’Italia, attualmente, Neuer è il migliore del mondo. Ho legato soprattutto con i giovani e con Marchetti. Ho legato anche con Cataldi, Murgia e Felipe Anderson. Con Inzaghi mi alleno bene e mi trovo bene, conosce i nostri punti deboli visto che molti giovani li aveva già allenati. Devi sempre stare con la testa concentrata sul campo e lavorare forte”. Radu intanto ha preso la quarta ammonizione in quattro giornate >>> CONTINUA A LEGGERE

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy