Tare: “L’obiettivo è la Champions, siamo fiduciosi: vogliamo il salto di qualità!”

Tare: “L’obiettivo è la Champions, siamo fiduciosi: vogliamo il salto di qualità!”

di cittacelesteredazione

ROMA – Il ds biancoceleste Igli Tare ha parlato ai microfoni di sport1.de, cominciando dalla nuova stagione di Serie A: “Molte squadre si sono rafforzate in questo calciomercato, facendo crescere il livello del campionato. Ci vorrà ancora tempo però prima che si possa tornare a livelli stratosferici. Il campionato italiano tornerà ai suoi splendori nei prossimi anni, quando verranno rinnovate le infrastrutture e le società punteranno con continuità sui giovani. Alcuni club sono arrivati a sottovalutare addirittura l’Europa League perché non abbastanza redditizia, finanziariamente e atleticamente. Questo atteggiamento ha fatto si che negli scorsi anni l’Italia perdesse un posto in Champions League, a vantaggio dei club tedeschi”.

Sulla stagione che attende la Lazio: “Siamo fiduciosi di poter arrivare tra le prime quattro. La qualificazione per la Champions League è un obiettivo reale, possiamo raggiungerla. Poi certo dipenderà anche dall’inserimento dei nuovi acquisti e da come verrà sviluppata la squadra. La Lazio è pronta per il salto di qualità”.

Sulla crisi del calcio italiano: “La crisi in Italia è iniziata dopo il 2006, con il trascinarsi per lungo tempo di scandali come il calcioscommesse. Anche in Germania ad esempio hanno avuto problemi con le scommesse, ma li hanno risolti rapidamente. In Italia la magistratura è lenta, e così l’immagine del Paese e della Serie A ne ha sofferto. Qualcuno ha provato a cambiare le cose, negli ultimi anni. Ci sono nuove figure all’interno del nostro campionato, come quelle che dirigono club milanesi. Anche la Roma ha un nuovo proprietario, un americano che ha investito molto nel club. Il campionato ha perso fascino, nonostante la qualità di giocatori e allenatori ci sia sempre stata. Negli ultimi anni però la Lega si è ripresa dagli scandali e le cose stanno andando meglio”.

Sull’arrivo di Ronaldo in Serie A: “L’arrivo di Ronaldo in Italia è importante, è una cosa estremamente positiva. Questo ha fatto scattare qualcosa in tutti i top club italiani, che quest’estate hanno cercato di fare acquisti importanti per poter competere sia in Serie A che in Europa. Ronaldo è un calciatore con tantissima qualità e questo trasferimento è un vantaggio assoluto per il calcio italiano. Non penso poi che abbia fatto un  passo indietro nella sua carriera, lasciando il Real Madrid per la Juventus. Stiamo parlando di un club di livello assoluto, con due finali di Champions in quattro anni. Si è voluto confrontare con un dei migliori campionati al mondo, e io lo rispetto molto per questo. Penso che la Serie A sia il torneo più difficile in questo momento“.

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14002445 - 1 mese fa

    Perche Tare prende % dai giocatori Albanesi e Kosovari.. Sono sicuro 100%!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14002445 - 1 mese fa

    Comne si fa il salto si qualitta quando non si compranno i giocatori a di qualitta??? Serve almeno uno a prendere il posto ti Marusic, e almeno un difensore di qualite ad prendere il posto do Radu che non e un buon difensore, non e mai stato.. E Tare che compra sempre i Albanesi e Kosovari.. Come si fa a fare con loro il salto di qualita??? E costano piu di Italiani.. Perche si fa questo??

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy