Tramezzani a LSR: “Inzaghi farà bene, i tifosi sono molto legati a lui”

Tramezzani a LSR: “Inzaghi farà bene, i tifosi sono molto legati a lui”

“Ho seguito il suo lavoro nel settore giovanile, e si è visto sin da subito che ha tutte le carte in regola per far bene così come ha fatto nella parte finale della scorsa stagione”

Paolo Tramezzani, vice allenatore della Nazionale Albanese, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM.

“Abbiamo fatto un buon Europeo, siamo stati accolti molto bene, al di là del rammarico di non aver avuto la possibilità di passare il girone, siamo soddisfatti di come hanno giocato i ragazzi e di quello che hanno espresso contro squadre più esperte di noi. Ora testa a Settembre con le qualificazione per i mondiali.Ajeti nell’ultima partita degli europei è stato eletto migliore in campo dalla UEFA, per noi è un difensore importante, pulito, attento, sempre concentrato. È consapevole dei suoi limiti e per questo previene in fase di marcatura, cerca di non dare profondità per evitare di trovarsi in difficoltà. Al Torina avrà la possibilità di migliorare e proporsi ad alti livelli, è bravo nelle giocate, semplice e lineare, difficilmente sbaglia.Il fatto che Berisha abbia rinunciato ad alcuni giorni di vacanza per partire con la squadra dimostra la sua serietà e professionalità, unita all’umiltà nel voler migliorare e mettersi a disposizione della squadra e del mister. Come tutti i giocatori è normale che voglia giocare il più possibile. Etrit è molto bravo, nell’europeo è stato per noi fondamentale, se siamo arrivati a partecipare a questa competizione per la prima volta nella nostra storia tanto lo dobbiamo a lui.Ho giocato con Simone Inzaghi, siamo amici, è una persona umile, corretta e professionale. Ho seguito il suo lavoro nel settore giovanile, e si è visto sin da subito che ha tutte le carte in regola per far bene così come ha fatto nella parte finale della scorsa stagione. Sono felice che la Lazio abbia puntato su di lui.Bielsa era un profilo internazionale, ma Inzaghi è il trait d’union tra la società e la tifoseria, a lui i tifosi sono molto legati e la stagione dimostrerà quello che sto dicendo, Simone si farà trovare pronto. Il suo gioco non è scontato, sfrutta l’impostazione della difesa proponendo un gioco propositivo visto le caratteristiche dei singoli senza perdere però l’equilibrio. Simone cerca di portare avanti il bel gioco unito ai risultati. I giovani della Lazio hanno solo bisogno di fare esperienza, bisogna dargli la possibilità di crescere. Germoni mi è piaciuto tanto nello spareggio ad Empoli, in quell’occasione fu il migliore in campo, è cresciuto molto anche dal punto di vista difensivo, Palombi ha solo bisogno di giocare. Murgia, a livello qualitativo, può garantire sin da subito l’impiego in prima squadra, può ricoprire diversi ruoli di centrocampo, ma lo vedrei bene anche come seconda punta o trequartista.Tutti mi hanno parlato benissimo di Morrison, soprattutto sul livello tecnico, ma questo oggi non basta.Spero che con questo ritiro si sia aperto un nuovo corso, in questa stagione il ragazzo può affrontare un’annata diversa rispetto all’anno scorso. L’ho visto giocare anche come esterno d’attacco e non mi è dispiaciuto, se riesce a mettersi al servizio dei compagni può crescere molto. Come mezz’ala può migliorare anche nella fase di non possesso, occupare una posizione più centrale lo può aiutare molto, il calciatore moderno deve saper fare le due fasi.Quando hai tanta qualità l’importante è la fiducia nei tuoi mezzi e la voglia, poi puoi essere decisivo in ogni posizione. Un ruolo alla Pirlo? Per ora è difficile, ma se ci si lavora bene può senz’altro adattarsi anche come regista basso”. (sslazio.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy