Under 15, che sportività tra Armini e Angileri

Under 15, che sportività tra Armini e Angileri

I due capitani parlano dopo la sfida

Armini

ROMA – Lazio-Palermo è stato il sedicesimo di finale d’andata del campionato Under 15 ed in questa partita sotto l’ombra del Cupolone si sono ritrovati avversari due leader delle rispettive squadre, ma nonostante ciò, si sono affrontati due amici. Si tratta di Nicolò Armini, il capitano biancoceleste della squadra di mister Ruggeri, ed Antony Angileri il numero quattro rosanero, anche lui capitano della compagine siciliana.

Armini ed Angileri condividono lo stesso ruolo, entrambi i ragazzi classe 2001 sono difensori centrali. I giovani calciatori hanno stretto amicizia nella Nazionale Under 15 del CT Antonio Rocca, i ragazzi hanno condiviso insieme il percorso azzurro per ben cinque volte; poco più di una settimana fa si sono ritrovati insieme nel 13° Torneo delle Nazionali e nelle due sfide dove Angileri ed Armini formavano la coppia centrale della difesa, gli azzurrini non hanno subito gol: una muro insuperabile.

Domenica mattina al ‘Gentili’ i due capitani si sono ritrovati avversari nei sedicesimi di finale della ex categoria ‘Giovanissimi Nazionali’, la prima partita importante tra Lazio e Palermo, eppure sia prima che dopo la partita non sono mancati abbracci e sorrisi. In questa gara d’andata la meglio ce l’ha avuta la squadra capitolina, Lazio batte Palermo 1-0 grazie al gol di Adusa, o meglio Armini batte Angileri, ma domenica 15 maggio ci sarà la sfida di ritorno in terra siciliana.

Nel post partita, i due capitani ai microfoni di Lazio Style Radio 89,3 FM tra una battuta e l’altra si sono lanciati la sfida. A fare le presentazione del caso è il capitano biancoceleste Nicolò Armini: “Abbiamo qua con noi il mio compagno di reparto in nazionale: Antony Angileri. Lui è il capitano del Palermo ed oggi abbiamo affrontato questa gara che è finita in nostro favore. Ci rincontreremo tra una settimana per la sfida di ritorno, è sempre un piacere ritrovarlo come amico, ma nemico in campo

Il capitano rosanero, Antony Angileri risponde alle parole dell’avversario: “Sono fiero di aver conosciuto un ragazzo come Armini, è un compagno di reparto molto forte, gli auguro di continuare così e un giorno spero di incontrarlo ad alti livelli. Una settimana fa eravamo in nazionale insieme, ora ritrovarlo come avversario è stata una bellissima emozione, spero che il ritorno vada meglio per la mia squadra visto che questa partita è andata un po’ male. La Lazio ha avuto fortuna, spero che al ritorno ci rifaremo.

Armini non le manda a dire ad Angileri: “Fortuna?(ride ndr) E’ stata una gara equilibrata, nel ritorno spero che il risultato sia a nostro favore come oggi. Però vorrei aggiungere che anche io sono molto orgoglioso di aver conosciuto un compagno ed un amico così speciale.

Per quanto riguarda il capitolo nazionale Antony Angileri spende due parole sul percorso azzurro condiviso con lo stesso Nicolò: “E’ una bellissima esperienza la Nazionale e spero di continuarla con lui. Siamo due ragazzi bravi che sanno leggere la situazione di gioco, forse per questo non abbiamo subito gol in quelle due partite, mi auguro di continuare a fare bene.

Per concludere parte la sfida tra i due capitani in vista della partita di ritorno tra Lazio e Palermo. Antony Angileri: “Ad Armini gli dico che è uno stupidino e domenica speriamo di vincere noi e mandarlo a casa con tre gol (ride ndr).

Nicolò Armini controbatte: “Rispondo che questo ragazzo è molto sciocchino e spero che nella gara di ritorno il risultato venga dalla nostra parte”.La sfida tra i due capitani è stata lanciata tra una battuta ed un sorriso, adesso bisognerà attendere domenica 15 Maggio per vedere se ancora una volta sarà il capitano biancoceleste Nicolò Armini a battere l’amico-nemico Antony Angileri.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy