Venturin: “Grande risultato contro la Roma. Milinkovic ha qualità sopra la media”

Venturin: “Grande risultato contro la Roma. Milinkovic ha qualità sopra la media”

L’ex giocatore biancoceleste ha parlato a Radiosei del momento vissuto dalla Lazio, di Inzaghi e Milinkovic-Savic

ROMA – Roma che sbatte ancora una volta contro il muro Lazio. I ragazzi di Inzaghi emulano non soltanto l’impresa del 26 maggio, ma anche il successo nel doppio confronto con i giallorossi del ‘98. Giorgio Venturin, uno degli artefici di quelle vittorie, è intervenuto a Radiosei: “Per la Lazio è una stagione sopra alle aspettative. Eliminare la Roma in semifinale è un grandissimo risultato, in finale tutto può succedere nonostante il valore della Juventus. Questa squadra ha giocatori di caratura internazionale, su tutti Biglia poi Parolo: del resto le grandi squadre sono sempre formate da ottimi elementi. La Coppa Italia in cui abbiamo eliminato la Roma nel ‘98 è stato il primo trofeo dell’era Cragnotti. La finale fu un’emozione incredibile, ma la sfida con i giallorossi è sempre stata quella regina”.

PROSSIMA SFIDA – “Il Napoli soprattutto nell’ultimo mese sta attraversando un ottimo momento di forma. Contro la Juventus ha ottenuto meno di quello che meritava. La squadra è in crescita sulla qualità di gioco, ha un Mertens fantastico. In questo momento è un po’ superiore alla Lazio. Oggi giocare contro il Napoli è difficilissimo a differenza di inizio campionato. I biancocelesti hanno l’Europa League alla portata, per la Champions la vedo difficile. I rischi e le insidie sono sempre dietro l’angolo visto che mancano ancora parecchie partite. L’Inter nonostante l’ultima battuta di arresto mi sembra la più attrezzata tra quelle dietro. L’Atalanta continua a fare un campionato fuori da ogni pronostico. Adesso vedo gli orobici favoriti rispetto al Milan, che è più attrezzato, ma a livello di condizione atletica e di morale non c’è paragone”.

MILINKOVIC E INZAGHI – Milinkovic è una dei giovani più promettenti nel panorama internazionale. A Roma è maturato e cresciuto parecchio, ha ampi margini. Può essere un uomo mercato, ha qualità fisiche e tecniche sopra la media. All’inizio non si conosceva molto, si è dovuto ambientare in un campionato nuovo, ma poi è diventato un giocatore che dà tante garanzie. Il serbo è un duttile, solo il ruolo di regista tra quelli del centrocampo e quelli avanzati non può ricoprire, per il resto riesce a farli tutti con facilità. Non lo vedo simile a Pogba, anche se è un grande talento. Inzaghi è stato fortunato nell’approdare in una squadra così importante da giovane, ma si è giocato al meglio la possibilità”. Nel frattempo Sarri studia le mosse anti-Lazio: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy