Baiocchini (Sky Sport): “Marchetti resta e…”

Baiocchini (Sky Sport): “Marchetti resta e…”

In sei mesi ha perso tutto, sportivamente parlando s’intende. Il posto da titolare nella Lazio che gli è stato sfilato dall’ultimo arrivato Berisha e conseguentemente è andata in fumo anche la grande opportunità della carriera e cioè quella di giocarsi le chance di volare in Brasile per un posto al…

In sei mesi ha perso tutto, sportivamente parlando s’intende. Il posto da titolare nella Lazio che gli è stato sfilato dall’ultimo arrivato Berisha e conseguentemente è andata in fumo anche la grande opportunità della carriera e cioè quella di giocarsi le chance di volare in Brasile per un posto al fianco di Buffon. Nel mezzo, tanti piccoli infortuni, problemi  ed errori sul campo, come quello contro il Ludogorets in Europa League, che hanno reso la sua, una delle stagioni più negative e sfortunate degli ultimi anni.

Ecco perché non si parla più di Arsenal o Barcellona, società che lo avevano seguito con grande interesse prima della flessione, quando Federico Marchetti era considerato uno dei migliori portieri d’Europa. Adesso non ha offerte, anche perché Lotito per il portiere chiede una cifra intorno ai 10 milioni di euro. Sono troppi anche per i ricchi del Monaco che comunque lo tratterebbero volentieri a cifre ben più basse. La Lazio però crede ancora nelle sue potenzialità, nel suo riscatto. Per questo motivo, la prossima stagione lo promuoverà nuovamente numero uno della porta biancoceleste.

 

 

Verranno invertite le gerarchie ancora una volta. Marchetti primo ed Etrit Berisha dodicesimo (o in prestito per un anno), nonostante l’ottimo campionato disputato dal nazionale albanese, arrivato a gennaio per soli 300 mila euro. Anche perché a Formello non si fidano di quello che potrebbe succedere con l’ex portiere del Kalmar, perché esiste anche la possibilità di una squalifica all’orizzonte.

La storia è nota: il Chievo aveva fatto firmare un contratto a Berisha (prendendolo da svincolato a quindi senza dover pagare nulla per il cartellino) e aveva ufficializzato il trasferimento sul proprio sito internet. Senza però mai depositare il contratto in Lega Calcio.

La Lazio e il procuratore di Berisha avevano definito nullo e irregolare quel trasferimento perché secondo loro il calciatore era stato raggirato. Da lì la firma, questa volta definitiva, con il club romano e la diffida alla Fifa da parte del Chievo che chiedeva definitiva chiarezza sul caso. Tornato alla ribalta delle cronache negli ultimi giorni, dopo le dichiarazioni del direttore sportivo dei veronesi Sartori, che qualche giorno fa era tornato sull’argomento: “finalmente potremo sapere chi aveva ragione”.

In questa situazione di incertezza sul futuro di Berisha, la Lazio comunque ha deciso di tenersi stretta Marchetti e puntare ancora su di lui. Rilanciandolo, facendolo tornare ai livelli delle sue migliori stagioni biancocelesti e cagliaritane, perché secondo il preparatore dei portieri Grigioni e lo stesso Reja, che ne ha sempre parlato come se fosse rimasto il titolare indiscusso, le potenzialità sono quelle di un portiere in grado di regalare alla squadra diversi punti alla squadra nel bilancio di fine stagione.

L’allenatore per questo gli ha chiesto di partire per le vacanze, riposarsi, ritrovare la serenità e ricaricare le pile per ripartire alla grande nella nuova stagione.

Dove dovrebbe esserci anche Stefano Mauri, in scadenza di contratto. Diversamente da Dias, in questo caso la volontà della società è quella di rinnovargli il contratto e lui sta aspettando una chiamata da Lotito in queste ore. Guadagna 1,1 milione di euro l’anno, chiede un adeguamento ad 1,5 l’anno per le prossime due stagioni. La Lazio avrebbe l’intenzione di tenerlo con un solo anno di contratto e probabilmente alle stesse cifre attuali, magari inserendo un’opzione per la stagione 2015/16 quando lo stesso Mauri avrebbe 36 anni. Si discuterà di tutti questi aspetti con la sensazione che un accordo verrà trovato per mettere alle spalle un’annata terribile e ripartire da zero.

Nel via vai di questi giorni a Formello, anche più di una chiacchierata con Radu che offerte da Tottenham, Napoli e Fiorentina (Lotito chiede 10 milioni di euro) e un incontro con Perea e il suo agente. La stagione del colombiano non è stata esaltante: se dovessero arrivare offerte, verrebbero prese in cosiderazione anche se Tare crede nel giocatore e preferirebbe cederlo soltanto in prestito. (Goal.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy