Hatem Ben Arfa: un mago sulla trequarti

Hatem Ben Arfa: un mago sulla trequarti

Giorni fa il nome del fantasista francese del Paris Saint Germain è stato accostato alla Lazio. Potrebbe essere un colpo importante per la dirigenza biancoceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – La qualità non è mai troppa. Per competere per grandi obiettivi bisogna sicuramente correre, sacrificarsi ed avere grinta da vendere. Ma tutto questo diventa vano senza elementi di qualità in grado di accendere la scintilla, di far urlare la folla e risolvere le partite con una sola giocata. In quel di Formello il trequartista puro manca dai tempi del primo Hernanes, anche per questo i moduli scelti dal mister Simone Inzaghi quest’anno non hanno quasi mai previsto la presenza di un rifinitore alle spalle di Immobile – anche se per caratteristiche Milinkovic tende ad inserirsi spesso in quella zona di campo -. Con l’anno venturo però il tecnico biancoceleste potrebbe provare a cambiare le carte in tavola e rendere più imprevedibile il suo assetto nonché la sua fase offensiva inserendo un giocatore con rare ma precise caratteristiche. Un giocatore come Hatem Ben Arfa ad esempio.

ben-arfa2

MAGO FRANCESE

Ben Arfa si è messo fortemente in mostra l’anno scorso con la maglia del Nizza, dove è stato assoluto protagonista della stagione dei rosso-neri segnando la bellezza di 17 reti condite da 6 assist. Il suo contributo non si era limitato a questo, difatti il centrocampista aveva regalato giocate di alta scuola col pallone tra i piedi, azioni travolgenti che mettevano in scacco le difese del campionato francese. Le sue prestazioni hanno attirato l’interesse di club importanti, così il Paris Saint Germain si è fatto avanti riuscendo a portare nella capitale il talento franco-tunisino. Nella sua prima stagione al Parco dei Principi però Ben Arfa non è riuscito ad esprimersi con la stessa frequenza della stagione precedente, pagando probabilmente i problemi di ambientamento in una piazza più prestigiosa. Ha comunque messo a segno 4 gol e 7 assist in totale, mettendo in mostra a sprazzi le sue qualità. Ora vuole rilanciarsi per guadagnarsi la convocazione ai prossimi mondiali in Russia e la Lazio potrebbe essere la sua occasione

lazio

NELLA LAZIO

In che modo potrebbe inserirsi nello scacchiere tattico biancoceleste? Il suo ruolo principale è quello del trequartista puro, dove con il controllo palla sopraffino di cui dispone può puntare direttamente la difesa avversaria per avventurarsi in dribbling oppure suggerire ai compagni tramite passaggi filtranti. La sua tecnica e l’abilità nel saltare l’uomo però gli consentono anche di muoversi come ala e, grazie al suo tiro potente, potrebbe persino giocare come attaccante centrale. In maglia biancoceleste quindi potrebbe giostrare alle spalle di Immobile in un 4-2-3-1 oppure allargarsi sulle fasce nel 4-3-3. Se Inzaghi dovesse proseguire con il 3-5-2 sarebbe possibile schierarlo come partner d’attacco del centravanti di Torre Annunziata, magari leggermente in posizione più arretrata rispetto a lui, così da poterlo innescare in profondità. La Lazio quindi potrebbe trovare in lui una risorsa, ma per arrivarci servirà un cospicuo investimento.

ben-arfa3b

TRATTATIVA

Stando ai dati di Transfermarkt, la valutazione di Ben Arfa dovrebbe aggirarsi intorno ai 14 milioni di euro. Bisogna considerare che si tratta di un giocatore molto talentuoso, che però avrà bisogno di fiducia per potersi esprimere al meglio. Al PSG non ne ha avuta molta e il ragazzo ha pagato in termini di prestazioni. Con il doppio impegno la Lazio dovrebbe permettergli di giocare parecchie partite, quindi l’investimento potrebbe rivelarsi vincente. Bisognerà vedere se la dirigenza biancoceleste deciderà di scommettere su questo giocatore, tutto fantasia e classe. In casa Lazio si pensa comunque a diverse alternative in avanti: CONTINUA A LEGGERE

13

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy