CENTROCAMPO – Ekdal, vicino l’addio: Lazio e Fiorentina a duello

CENTROCAMPO – Ekdal, vicino l’addio: Lazio e Fiorentina a duello

Il suo contratto in scadenza nel giugno del 2016 e la retrocessione ormai dietro l’angolo, non sembrano far presupporre niente di buono all’orizzonte per i tifosi del Cagliari che rischiano di perdere una pedina importante come Albin Ekdal. Il centrocampista di Stoccolma sta vivendo la sua seconda giovinezza e alla…

Il suo contratto in scadenza nel giugno del 2016 e la retrocessione ormai dietro l’angolo, non sembrano far presupporre niente di buono all’orizzonte per i tifosi del Cagliari che rischiano di perdere una pedina importante come Albin Ekdal. Il centrocampista di Stoccolma sta vivendo la sua seconda giovinezza e alla quarta stagione in rossoblù è riuscito anche a polverizzare il suo record di marcature.

TOP PLAYER. I cinque gol messi insieme in questo campionato sono stati, per lui, motivo di grande soddisfazione anche se, purtroppo, non sono stati sufficienti per tirare su le sorti della formazione isolana. Il vichingo in salsa cagliaritana ce l’ha messa tutta cercando di essere all’altezza della situazione e mettendosi a disposizione di tutti e tre i tecnici che si sono succeduti sulla panchina rossoblù in questa stagione. E le sue giocate non sono certo passate inosservate perché in parecchi club gli hanno messo gli occhi addosso. A cominciare dalla Lazio ma anche la Fiorentina che già a partire da gennaio ha iniziato a fargli la corte, ma Ekdal non ha estimatori solo in Italia. Dalla Turchia all’Inghilterra passando per la Germania e la Grecia, sono in parecchi a essersi appassionati alle giocate di un centrocampista che ha stupito per costanza di rendimento e duttilità. Mezz’ala, regista e all’occorrenza trequartista, il giocatore svedese è stato sempre uno dei migliori in campo e questo non ha prodotto che un aumento del valore del suo cartellino. Per questo motivo sarà complicato trattenerlo a fine stagione, a meno che la squadra non riesca a centrare il miracolo della salvezza che, a questo punto della stagione appare più che complicata.

 

 

 

 
IL MERCATO. Il contratto in scadenza a giugno rende necessario fare delle scelte in questo momento. Sarebbe opportuno rinnovare l’accordo e prolungarlo ma l’ostacolo della serie cadetta potrebbe essere insormontabile. Un giocatore con un tale rendimento mal si concilierebbe con la categoria inferiore e con la lunga lista di pretendenti che stanno bussando alla porta di Tommaso Giulini per riuscire ad accaparrarselo, la partita per il suo rinnovo sarebbe ancora più difficile. Ecco che dunque, se non arrivasse la salvezza e non ci si potesse sedere a un tavolo per prolungare il matrimonio, questo sarebbe il momento delle scelte. Una sua cessione permetterebbe al Cagliari di fare cassa e di avere nuove risorse economiche per cercare di allestire una squadra competitiva per la prossima stagione. La sua valutazione si attesta tra i quattro e i cinque milioni di euro ma il fatto che stia andando verso la scadenza potrebbe far leggermente diminuire le cifre. Naturalmente la società isolana farà di tutto per cercare di trattenerlo anche se non sarà un’operazione molto semplice. In caso di retrocessione, gli incassi, soprattutto sul versante dei diritti tv, diminuiranno drasticamente e questo non permetterà grandi margini di manovra a un Cagliari che dovrà cercare di fare scelte oculate. Sarà necessario compiere uno sforzo, anche se andranno discussi i termini con il diretto interessato per capire se la sua adesione al progetto rossoblù sarà incondizionata a prescindere dalla categoria di appartenenza. Dopotutto Ekdal è cresciuto e non poco da quando è sbarcato in Sardegna, passando dall’essere una promessa a un giocatore vero, capace di incidere sia nel suo club che in Nazionale visto che anche la Svezia lo considera, ormai, un punto fermo. Tommaso Giulini dovrà giocarsi bene le sue carte e cercare di partire proprio dallo scandinavo per ricostruire una squadra che, in A o in B, dovrà essere più competitiva di quella vista in questa stagione. (Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy