La Lazio risponde ancora: “Keita, referti medici inequivocabili”

La Lazio risponde ancora: “Keita, referti medici inequivocabili”

Botta e risposta tra la società e l’agente Calenda

ROMA – “In riferimento alle dichiarazioni del procuratore di Keita, Roberto Calenda, la società tiene a sottolineare come i referti medici siano inequivocabili e non consentano alcun tipo di interpretazione. La S.S.Lazio non ha alcun bisogno di recuperare il consenso dei tifosi attraverso le vicende di Keita, ma ha bisogno che i propri giocatori dimostrino, non con le parole ma con i comportamenti ed i fatti, la loro professionalità dentro e fuori dal campo. Nel frattempo Morrison ha le valigie in mano >>> CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy