Dopo-Petkovic, ecco il nome nuovo: Hadžibegić, ex ct della Bosnia

Dopo-Petkovic, ecco il nome nuovo: Hadžibegić, ex ct della Bosnia

ROMA – Bollini farebbe da traghettatore senza rimetterci un euro. E’ già a busta paga con Petkovic. Risparmio per un nome “galattico” d’estate: il sogno è da sempre Allegri. In fondo era questa già l’idea prima che il signore della Caritas venisse ad abbuffare la Lazio con una squisita Coppa…

ROMA – Bollini farebbe da traghettatore senza rimetterci un euro. E’ già a busta paga con Petkovic. Risparmio per un nome “galattico” d’estate: il sogno è da sempre Allegri. In fondo era questa già l’idea prima che il signore della Caritas venisse ad abbuffare la Lazio con una squisita Coppa Italia. Vlado oggi s’è perso nell’ombra di quel Dio che aveva castigato la Roma. In Italia è diventato più famoso di quel Bernd Schuster (ora sotto contratto col Malaga), che doveva sedere al suo posto sulla panchina della Lazio. Retroscena poco noto, Lotito aveva già trovato l’accordo con l’ex allenatore del Real Madrid, salvo poi virare in extremis sul Canton Ticino a pescare il bosniaco.

 

Che in questi giorni ha visto pure piombare sulla sua testa la candidatura di un connazionale: il 56enne Faruk Hadžibegić, ex Ct della Bosnia, ora a spasso. Non preso in considerazione: “Non abbiamo ancora bisogno di allenatori”, la risposta del ds Tare da qualche settimana alle centinaia di telefonate di procuratori, che assillano il centralino di Formello. S’è sparsa la voce anche in giro per l’Europa: Petkovic è al passo d’addio, in agonia. La società è delusa, ma continua ad alimentare dubbi giornalieri. Questa Lazio ha perso da tempo le sembianze di Vlado. E, prima che sia troppo tardi, bisognerà trovare il coraggio di lasciarsi la mano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy