E’ SEMPRE MERCATO – Rinnovi, Marchetti ha chiesto alla Lazio di rimanere a vita! Intanto Lulic continua a dire no!

E’ SEMPRE MERCATO – Rinnovi, Marchetti ha chiesto alla Lazio di rimanere a vita! Intanto Lulic continua a dire no!

La notizi è stata riportata da “Il Tempo”

ROMA – In casa Lazio si inizia a guardare al futuro con i nodi legati al rinnovo del portiere Federico Marchetti e del centrocampista Senad Lulic. Per il primo la questione da superare è quella legata alla durata con i biancocelesti che propongono due anni più opzione per il terzo anno e il giocatore che invece vorrebbe legarsi a vita al club portando la scadenza al 2019 o addirittura al 2020. Per quanto riguarda l’ingaggio invece non ci sarebbero problemi a trovare un accordo fra le parti, ma la Lazio deve stringere i tempi visto che il suo numero uno è in scadenza a fine stagione. Diverso il discorso del bosniaco che non sembra intenzionato a rinnovare il contratto in scadenza nel 2017 e avrebbe già rifiutato l’offerta dei biancocelesti per il rinnovo. Secondo Il Tempo – riporta tmw – questo rifiuto potrebbe portare all’addio a gennaio del calciatore.

Cittaceleste.it

Segui il live di Cittaceleste.it. In occasione di ogni gara un ampio pre partita e post gara con le voci dei protagonisti, la radiocronaca dallo Stadio Olimpico, foto, video, articoli. Tutto quanto per raccontarvi ogni partita della Lazio. Ma non solo! Ricorda bene: dal Lunedì al Venerdì, Cittaceleste FM sugli 88.100 a partire dal 24 Agosto, dalle ore 17.30 alle ore 19.30, e Cittaceleste TV con IO TIFO LAZIO già in onda, dalle 21.00 alle 23.00. Canale 669 del DGTV, ElleRadio 88.100 FM, WebTV qui su Cittaceleste.it e su dailymotion.com/cittaceleste. Tutto questo, per offrirti la massima copertura su ogni evento targato SSLazio. Dalla Champions League ai match di campionato. Dalla Coppa Italia a tutto il LIVE direttamente da Formello. Cittaceleste.it accende la tua voglia di LAZIO!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy