Inzaghi rilancia de Vrij, ma si dimentica del suo rinnovo…

Inzaghi rilancia de Vrij, ma si dimentica del suo rinnovo…

Ulteriore indizio all’addio a fine stagione dell’olandese. Chelsea, Inter, Milan e Borussia ora insidiano lo United

ROMA – Sei gol subiti nelle ultime due partite contro Roma e Napoli, uno solo con de Vrij in campo. Torna il leader della difesa, torna chi aveva lasciato la Lazio sull’1-1 nel derby di ritorno di Coppa Italia. In realtà, proprio su un suo errore era nato il pari giallorosso di El Shaarawy al 43’: l’olandese aveva sentito scricchiolare la cartilagine, non era più uscito dal tunnel nella ripresa. Anche un affaticamento all’adduttore a complicare il recupero in vista del big match col Napoli, ma il giorno dopo riecco già Stefan pronto a chiudere la porta di Marassi. Adesso non vuole uscire più, anche perché potrebbero essere le ultime sette gare con la maglia biancoceleste. Anzi, otto: de Vrij spera di lasciare Roma solo dopo aver vinto un trofeo. Vuole battere la Juve e alzare la Coppa Italia. A ottobre si era promesso sposo dello United, adesso Chelsea, Inter, Milan e anche Borussia Dortmund vogliono approfittare degli ultimi tentennamenti dei Red Devils. Lotito pretende almeno 35 milioni, ma c’è chi gioca al ribasso alla luce di certe condizioni… Contrattuali – scadenza 2018 – e fisiche (il ginocchio).

GOL – L’addio sembra comunque scontato, scrive IlMessaggero. Non è un caso il lapsus d’Inzaghi in conferenza: il mister si dimentica persino di un suo eventuale rinnovo. Il tecnico però, anche su consiglio di Lotito, lo rilancia al fianco di Hoedt (Basta e Radui ai lati) nel 4-3-3, come al Sant’Elia. Quando i biancocelesti sfornarono una prova difensiva stratosferica (guarda caso, l’ultima senza reti subite), salvo complicarsi la vita sotto la porta avversaria. Ironia del destino, Simoncino rilancia anche lo stesso tridente pesante di Cagliari: dall’inizio Keita e Felipe alle spalle d’Immobile. Ciro, ex con 33 partite e cinque gol in Serie A col Genoa, s’illumina sempre sotto la Lanterna: tre reti contro i rossoblù, inclusa la sua ultima doppietta con la maglia del Torino. Sfida nella sfida da bomber contro Giovanni Simeone, il Cholito che Inzaghi sogna di vedere il prossimo anno per il suo attacco con Immobile: con Mandolini 540’ d’astinenza, con Juric 10 gol all’attivo alla prima in A per il figlio dell’indimenticabile Diego: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy