Keita e Icardi nel mirino dei due Manchester

Keita e Icardi nel mirino dei due Manchester

ROMA – Pasqua, o meglio Easter, all’italiana. Un retrogusto particolare per i due Manchester, City e United, sempre attenti al mercato e primi della fila se c’è da tenere sotto controllo qualche talento. C’è chi si è già mosso e chi si muoverà, chi fa il primo passo e chi…

ROMA – Pasqua, o meglio Easter, all’italiana. Un retrogusto particolare per i due Manchester, City e United, sempre attenti al mercato e primi della fila se c’è da tenere sotto controllo qualche talento. C’è chi si è già mosso e chi si muoverà, chi fa il primo passo e chi ne farà altri, chi accende il radar e chi vuole passare ai fatti: dove ci sono piedi buoni, si muovono gli osservatori. Per questo gli scout del Manchester City da tempo tengono sotto controllo Keita Balde, gioiello della Lazio che sta riaccendendosi dopo un periodo non facile. Anche contro il Cagliari, prestazione sontuosa sotto gli occhi di un uomo dei Citizens, il club sicuramente più attento ai progressi di Keita insieme al Liverpool da quando la Lazio ha lanciato in vetrina la propria pepita.

Offerte non ce ne sono, in Inghilterra i tabloid corrono più veloci di Keita sulla fascia. Perché prima di tutto sono in atto le pratiche per il passaporto spagnolo in modo da rendere il giocatore convocabile dalla Spagna e anche comunitario, cosa che gli darebbe ancor maggiore appeal rispetto alla Premier League dove il fattore passaporto è determinante per il via libera agli affari. Poi, c’è la Lazio che non ha intenzione di privarsi di Keita a breve termine: Lotito, Tare e i loro uomini sono convinti delle potenzialità di questo ragazzo, ancora da esprimere totalmente. Non da cessione immediata, insomma, a meno di proposte pazze che fin qui non ci sono. Semplicemente, un Manchester City che osserva con il direttore Txiki Begiristain – molto amico dell’avvocato Coto, uomo che rappresenta Keita con cui ha cenato qualche giorno fa – che vuole i radar sempre accesi su di lui.

E lo United? Non sta a guardare, è il caso di dirlo. Perché sia in Inter-Palermo che in Samp-Inter, scout inviati da Louis Van Gaal hanno tenuto sotto controllo Mauro Icardi. Il cui rinnovo è sempre congelato e la cui cessione non va esclusa, anzi; senza Europa e con un’offerta da almeno 30 milioni (che ad oggi non c’è ancora) potrebbe diventare quasi necessaria. A Old Trafford lo apprezzano molto e torneranno a seguire Maurito, anche nel prossimo match contro l’Hellas, in prima linea. Sapendo che la concorrenza – dal Chelsea all’Atlético – resta tanta e operativa nei contatti per Icardi più che mai, Mourinho in testa su tutti. Un nuovo blitz dello United quindi è già in agenda, occhi puntati sull’argentino mentre il suo agente Abian Morano è alle Canarie senza alcun contatto recente col ds Ausilio per sbloccare un rinnovo più che mai incagliato. Van Gaal se lo guarda, poi farà le sue scelte. Come il City per il talentuoso Keita, operazione più futuribile e meno immediata. Ma intanto attenzione: da Manchester ci osservano… (Calciomercato.com)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy