Lazio, idea Jonathan Pitroipa?

Lazio, idea Jonathan Pitroipa?

ROMA – Dice di non vendere sogni ma solide realtà, però pure lui ogni tanto cede alla tentazione del proclama: «Ho nel taschino la lista degli acquisti: compreremo in tutti i reparti giocatori di alto livello», la dichiarazione di Lotito al “Processo del lunedì”. C’è da rifondare la rosa della…

ROMA – Dice di non vendere sogni ma solide realtà, però pure lui ogni tanto cede alla tentazione del proclama: «Ho nel taschino la lista degli acquisti: compreremo in tutti i reparti giocatori di alto livello», la dichiarazione di Lotito al “Processo del lunedì”. C’è da rifondare la rosa della Lazio, sì, ma prima andrebbe ristrutturata la società. A partire dall’inserimento di una figura in grado di gestire il rapporto con i tifosi, come faceva Pulici ai tempi di Cragnotti. E proprio con i tifosi il rapporto va ricostruito con iniziative mirate, ma la risposta più concreta a chi ripete che «con Lotito siamo condannati alla mediocrità » deve arrivare dal mercato. Compresa la soluzione del caso Candreva, in comproprietà con l’Udinese — andrebbero evitate le buste — e corteggiato dalla Juve. Certo le critiche non le argini con l’acquisto — annunciato da Lotito nell’intervista — di un bel pullman con i trofei disegnati sulla fiancata. La priorità è il reparto attaccanti. Per questo la società, nonostante la negativa prestazione di domenica, lavora sul rinnovo di Klose: l’offerta economica è importante, il tedesco riflette, c’è ottimismo. Per Djordjevic è fatta, poi verranno confermati Keita e Perea. Sarà aggregato alla prima squadra Tounkara: Crecco, Minala e Cataldi, di ritorno dal Crotone, gli altri giovani “promossi”.

 

 

Ma servono giocatori affermati: un grande difensore centrale e un interno sinistro di alto livello, almeno. E un’ala velocissima in grado di saltare l’uomo tipo Jonathan Pitroipa del Rennes (scadenza 2015 come Ledesma, cui verrà offerto il rinnovo). Cessioni: tra i titolari, in partenza Marchetti e Lulic, in bilico Konko e Onazi. Decisive, poi, queste ultime 11 giornate per la valutazione di tanti giocatori: come detto, tutti sotto esame. Reja a Cagliari si aspetta ben altra prestazione: ieri lo ha detto chiaramente alla squadra. E il clima di contestazione non deve diventare un alibi per i giocatori. (Repubblica)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy