LE VOCI / Orlando: “La Lazio può tornare a lottare per il terzo posto”

LE VOCI / Orlando: “La Lazio può tornare a lottare per il terzo posto”

Flash news

ROMA – La Lazio delle contraddizioni, dopo San Siro espugna anche il Franchi, passando per il pareggio casalingo contro il Carpi. Massimo Orlando, in diretta su Radio Incontro Olympia, analizza la gara di  sabato e la stagione biancoceleste: “Pioli ha preparato alla perfezione la partita contro la Fiorentina, un pressing studiato sui portatori di palla viola soprattutto con Milinkovic. La Fiorentina non ha mai giocato così male e il merito è tutto della Lazio. Preparazione tattica perfetta e poi la qualità dei singoli, Keita è un giocatore discontinuo ma in queste gare può fare la differenza con i suoi affondi diventando irresistibile. La bravura di Pioli è stata quella di effettuare un pressing alto, non permettendo il solito palleggio alla Fiorentina. La Lazio quest’anno non può fare la partita, ha delle difficoltà e si trova meglio quando può fare la partita sugli avversari, attenta in difesa e micidiale nelle ripartenze con la qualità dei suoi giocatori. Non è un caso che stia facendo meglio in trasferta. Questo è un peccato perchè la Lazio dello scorso anno in questo campionato avrebbe potuto lottare per lo scudetto. Ma attenzione, perchè la classifica è corta e la Lazio potrà togliersi ancora delle soddisfazioni se tutti resteranno uniti e remeranno nella stessa direzione. Io sono convinto che la Lazio può rientrare e lottare per il terzo posto. Le concorrenti non sono più forti, la Fiorentina ad esempio ha una rosa corta e potrebbe crollare, la stessa Roma non mi sembra una squadra migliore della Lazio che non è inferiore a nessuno se non alla Juve e forse al Napoli dove la differenza la fa Higuain. Pioli è stato criticato ma io continuo a pensare che sia in assoluto uno dei migliori allenatori in circolazione. A questa Lazio manca davvero poco per poter lottare per lo scudetto, però quest’anno sono successe troppe cose. L’assenza di De Vrij ad esempio e le difficoltà di Felipe Anderson. Su Milinkovic ho sempre pensato che il suo ruole non fosse quello di trequartista ma fosse l’intermedio la sua posizione ideale e lo sta dimostrando”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy