Marchetti raddoppia: la Lazio prepara il matrimonio col portierone azzurro

Marchetti raddoppia: la Lazio prepara il matrimonio col portierone azzurro

ROMA – Lo scorso anno era diventato un rebus, una polemica continua. Addetti ai lavori e tifosi si interrogavano quotidianamente sulla carriera di Marchetti, in pochi credevano nella rinascita. Ventiquattro presenze totali (tra campionato, Europa League e Coppa Italia), tanti infortuni e voci incontrollate: «Le dichiarazioni che mi hanno dato…

ROMA – Lo scorso anno era diventato un rebus, una polemica continua. Addetti ai lavori e tifosi si interrogavano quotidianamente sulla carriera di Marchetti, in pochi credevano nella rinascita. Ventiquattro presenze totali (tra campionato, Europa League e Coppa Italia), tanti infortuni e voci incontrollate: «Le dichiarazioni che mi hanno dato più fastidio – ha confessato il portiere poche settimane fa – sono state quelle che hanno minato la mia professionalità, non è piacevole quando il tuo nome viene accostato a cocaina e alcool».
È passato un anno, ha ritrovato il sorriso e spazzato via le critiche, Federico si è rimboccato le maniche ed è tornato più forte di prima. Una sorpresa quasi inaspettata, una scalata dura e faticosa, ma il lavoro ha pagato. La svolta è arrivata con mister Pioli in panchina: è cresciuta la Lazio, si è alzato il livello, è tornato l’entusiasmo.

 

 

Riecco «la valanga umana», Marchetti non ha paura di nessuno, contro la Juventus (dopo pochi minuti) s’è tolto la mascherina (una settimana prima era stato operato al setto nasale), ha sfidato a volto scoperto Tevez e compagni. Non è andata bene, ma il riscatto è dietro l’angolo e le ultime prestazioni parlano chiaro: prima di incontrare i bianconeri, la Lazio aveva subito 2 gol in 9 partite, numeri da record. Federico ha trasmesso sicurezza all’intero reparto, è un portiere «rumoroso», si fa sentire come un capitano, è un leader anche durante gli allenamenti. Dispensa consigli a tutti, è bravo nel motivare i più giovani, ha ritrovato la serenità di una volta. E forse la Nazionale: Conte lo ha chiamato per le ultime uscite dell’Italia, ha parlato più volte con il ragazzo, l’obiettivo è strappare la convocazione per il prossimo Europeo. Ci punta Marchetti, è il suo sogno: ma prima c’è la Champions da conquistare con la Lazio, un altro ostacolo da superare a tutti i costi. Poi verrà affrontato anche l’argomento relativo al futuro: il suo contratto scadrà nel 2016, a giugno scatteranno i primi contatti per il rinnovo, la società non ha dubbi e punta a prolungare il matrimonio. (Il Tempo)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy