MERCATO – Biava: “Tornare alla Lazio farebbe piacere ma…”

MERCATO – Biava: “Tornare alla Lazio farebbe piacere ma…”

La Gazzetta dello Sport ha parlato per Biava di un clamoroso ritorno alla Lazio.

Biava

ROMA – La Gazzetta dello Sport ha parlato per lui di un clamoroso ritorno alla Lazio. Lazialità lo ha contattato per cercare di capirne di più. Parla Giuseppe Biava: “Sassuolo? Tutto sommato la prestazione non mi è dispiaciuta. Il problema è stato ritrovarsi subito in svantaggio e con il compito di inseguire un Sassuolo che ha dimostrato di essere una squadra equilibrata. Chiudendosi bene e ripartendo in contropiede hanno creato qualche problema alla Lazio, che ha comunque fatto la sua partita in avanti. Dopo il 2-0 infatti si è resa pericolosa, soprattutto con l’ingresso di Keita. Poteva starci anche il pareggio, anche se il Sassuolo ha sfiorato un paio di volte il terzo gol”.

 

Tra le tante assenze nella partita di Reggio Emilia, spiccava quella di de Vrij. Come hai visto Mauricio-Gentiletti? Qual è la coppia di centrali che dà maggiori garanzie alla squadra? “Sicuramente l’assenza di de Vrij si sente tantissimo. Lui è il giocatore perfetto per quel ruolo, attorno a lui possono alternarsi Gentiletti e gli altri compagni. Data la sua assenza, credo che Pioli stia sperimentando le varie coppie a disposizione. L’argentino e Mauricio non hanno fatto male nell’ultima gara, ma quello che è mancato maggiormente, secondo me, è stato il centrocampo. Era difficile sopperire alle assenze di Biglia e Parolo”.

 

Parlando proprio del centrocampo, Cataldi è stato autore di una prestazione nervosa, conclusa con la seconda ammonizione e quindi con l’espulsione. È pronto a prendere il posto di Biglia? “Cataldi e Milinkovic hanno fatto una buona partita. L’espulsione inoltre non credo ci fosse, si è trattato di un normalissimo fallo. Sostituire Biglia in quel ruolo non è facile e la Lazio, attualmente, non ha in rosa giocatori con quelle stesse caratteristiche. Si può alternare chiunque, ma i problemi restano quando manca l’argentino”.

 

Tra gli altri risultati dell’ottava giornata, si registra la vittoria del Napoli sulla Fiorentina e lo 0-0 tra Inter e Juventus… “Questo è uno dei campionati più equilibrati degli ultimi anni, dove c’è sempre grande incertezza. Il Napoli sta risalendo, la Fiorentina sembrava aver spiccato il volo, ma si è fermata proprio contro gli azzurri. Inter e Juventus hanno pareggiato, per i bianconeri era l’occasione di rientrare nella lotta scudetto, dove è abituata a stare. La Lazio è lì, nonostante manchi ancora qualcosa e nonostante i passi falsi commessi soprattutto in trasferta”.

 

Sei attualmente svincolato. Hai già ricevuto offerte convincenti? “Per ora ho ricevuto offerte da diverse squadre di categorie inferiori. Se dovesse arrivare qualche buona occasione valuterei la situazione, ma alla mia età non credo di poter trovare qualcosa in serie A. Mi sto abituando all’idea di aver smesso di giocare, mi riposo e guardo molte partite, sperando di poter intraprendere l’avventura di allenatore”.

 

E se chiamasse la Lazio? “Fa sempre piacere sentire il proprio nome, soprattutto se accostato alla Lazio. L’anno scorso, però, ho fatto la mia scelta, riavvicinandomi alla famiglia. Non credo quindi di allontanarmi di nuovo per tornare a Roma. Ripeto, mi farebbe piacere, ma credo che la Lazio abbia i giocatori per rimpiazzare l’assenza di de Vrij”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy