Lazio, Keita si gioca il futuro

Lazio, Keita si gioca il futuro

ROMA – In fila tre partite importantissime, per Keita si apre un varco che sa di ultima chance. Già, ma chi la concede a chi? Basta tornare indietro di qualche giorno per capirlo: si va dal «sarà un giocatore importante per il tratto finale della stagione», detto sabato da Pioli,…

ROMA – In fila tre partite importantissime, per Keita si apre un varco che sa di ultima chance. Già, ma chi la concede a chi? Basta tornare indietro di qualche giorno per capirlo: si va dal «sarà un giocatore importante per il tratto finale della stagione», detto sabato da Pioli, al «mi aspetto di giocare di più» con cui domenica sera ha replicato Keita. Fatto sta che contro il Sassuolo domenica il 19enne talento ispano-senegalese potrebbe tornare dal primo minuto anche se nel ruolo (poco gradito?) di punta centrale, scelta legata alle logiche di turnover in prospettiva delle tra «finali» (Sassuolo, Napoli in Coppa Italia e Fiorentina) che possono lanciare in Europa la Lazio. Bene così, ma solo se il ritorno tra i titolari vale come nuovo inizio.Perché l’appuntamento è fissato per maggio, chiesto alla società dall’entourage del giocatore per un bilancio di fine stagione. Che, ad oggi, è decisamente in rosso.

 

 

Tanto da indurre Keita a ripensare il suo futuro: giocare è una necessità non più derogabile, alla Lazio o altrove. Eppure l’estate scorsa, a luglio, bastarono cinque minuti a lui e alla società per firmare il prolungamento del contratto (2018): dopo la stagione da protagonista il club diceva di puntare ciecamente sul talento di un «prospetto da 45 milioni»; e il giocatore, che si era conquistato un posto tra i titolari a suon di gol (5), decise di ignorare le offerte della Premier perché si sentiva gratificato da tanta fiducia e allettato dalla prospettiva di giocare con continuità.Cosa è cambiato?Decisamente tutto: solo 454’ giocati in campionato, una gaffe con la Lamborghini, un equivoco tattico generato dal ruolo, con Keita che si sente un «estremo» alla catalana e con Pioli che lo vorrebbe riciclare come punta centrale. Ma più che altro il mancato coinvolgimento nelle scelte settimanali, di fatto Keita scompare dai ballottaggi già il mercoledì. Tutto questo ha fatto precipitare il valore del giocatore, gli ultimi sondaggi non sono andati oltre i 15 milioni. Ecco perché, forse, l’ultima chance è per la Lazio. (Corriere della Sera)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy