MERCATO LIVE – Lazio, c’è Suarez

MERCATO LIVE – Lazio, c’è Suarez

Il valzer degli attaccanti può cambiare le carte in tavola

– MERCATO / LAZIO / ROMA – Si chiude alle 23, l’ultimo giorno di mercato sfugge ad ogni piano, ad ogni previsione, ad ogni annuncio vero o presunto. Lotito e Tare per settimane, dopo l’arrivo di Milinkovic, hanno messo il disco: «Nessun acquisto». Ieri, il diesse, ha lasciato una porta aperta, ma solo ad una condizione: «Se ci sarà qualche uscita potrebbe esserci qualcosa in entrata». Lotito è stato a Verona, in nottata è rientrato a Cortina, oggi sarà a Milano, da tempo non vive le trattative finali da vicino. Eventuali acquisti – scrive il Corriere dello Sport – sono legati ad eventuali cessioni, la regola è chiara. In tanti cercano attaccanti, tutti pensano agli stessi nomi. Per la Lazio ce n’è uno in più: Matias Ezequiel Suarez, classe 1988, argentino con passaporto belga. E’ un centravanti, può fare la seconda punta, a volte ha agito da ala sinistra. Si parlò di lui in passato, è un profilo conosciuto a Formello, gioca nell’Anderlecht, è stato compagno di Biglia. Ha una valutazione superiore ai 5 milioni di euro.

Da Borini a Matri. Il valzer degli attaccanti può cambiare le carte in tavola. Tutti, compresa la Lazio, sono su Borini e Matri, in uscita dal Liverpool e dal Milan. Il primo gravita in obita Inter da settimane, sul secondo c’era il West Ham, ma ha congelato l’operazione. Borini sino a ieri aveva una valutazione di 8 milioni di euro pur essendo in scadenza nel 2016, oggi la quotazione potrebbe scendere. Matri è in attesa, era stato bloccato, sperava nella chiamata di Lotito, l’avrebbe ricevuta in caso di qualificazione ai gironi di Champions. Non è arrivata e s’è guardato attorno. E’ tornato sul mercato, troverà squadra oggi. In Italia possono esserci possibilità legate agli scambi: il Genoa, perso Iturbe, potrebbe tentare nuovamente lo scambio Perotti-Keita. L’argentino però è nel mirino del Milan, può finire alla corte di Mihajlovic. Perotti piace a Pioli, è pur vero che nel suo ruolo c’è Stefano Mauri. Keita piace anche all’Inter, i nerazzurri non hanno contropartite, un nome appetibile sarebbe Palacio. All’estero non va dimenticato Campbell, centravanti dell’Arsenal e della Costa Rica. In Brasile c’è sempre Pato, è in prestito al San Paolo, è di proprietà del Corinthians, non andrà in Inghilterra. A Lotito e Tare nei giorni scorsi hanno offerto Mauro Matos, centravanti del San Lorenzo, ex club di Gentiletti. Si chiude alle 23, da domani in poi si potrà pescare solo tra gli svincolati, ancora oggi fa parte dell’elenco Marco Borriello. E’ un mercato da evitare insieme agli errori del passato.
Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy