#MERCATOLIVE – Milinkovic, Lazio e Viola fanno un patto. Ora…

#MERCATOLIVE – Milinkovic, Lazio e Viola fanno un patto. Ora…

AGGIORNAMENTO ORE 15.40 – Scelta a sorpresa di Lazio e Fiorentina che hanno detto “basta” ai rilanci per Milinkovic-Savic. Entrambe le società sono convinte di aver fatto un’offerta congrua al Genk per il centrocampista e hanno scelto di comune accordo di non dar vita ad aste per fare il gioco…

AGGIORNAMENTO ORE 15.40 – Scelta a sorpresa di Lazio e Fiorentina che hanno detto “basta” ai rilanci per Milinkovic-Savic. Entrambe le società sono convinte di aver fatto un’offerta congrua al Genk per il centrocampista e hanno scelto di comune accordo di non dar vita ad aste per fare il gioco del club belga. La palla passa di conseguenza al giocatore e, come riportato da ‘Il Messaggero’, c’è un ulteriore tassello per il puzzle. Da circa 3 mesi la Lazio lo sta marcando stretto e il calciatore avrebbe visto in gran segreto Formello e una partita all’Olimpico dei biancocelesti.

22 LUGLIO – AGGIORNAMENTO ORE 7.21 – La Lazio aspetta Ricardo Kishna nonostante un rallentamento dovuto all’accordo sulle modalità di pagamento mentre l’affare Milinkovic-Savic – si legge su Il Tempo – è ormai diventato un caso internazionale. Sembrava vicinissimo alla Lazio, poi c’è stata una frenata ed ora – secondo quanto riferisce la stessa fonte – sarebbe addirittura prossimo al trasferimento alla Fiorentina. La scelta definitiva doveva arrivare oggi, ma anche questa certezza è caduta e l’agente ha allungato i tempi annunciando una decisione per fine mese. Nonostante una proposta inferiore di 6mln, la Fiorentina sembra aver convinto il Genk con la promessa di versare il 50% dei soldi incassati dalla futura rivendita del giocatore.

AGGIORNAMENTO ORE 20.17 – La Lazio rilancia per Sergej Milinkovic-Savic: secondo quanto rivela Sky e riporta tuttomercatoweb.com i biancocelesti avrebbero offerto al Genk 8,5 milioni di euro più bonus per il trasferimento del centrocampista serbo, che nelle ultime ore sembrava molto vicino alla Fiorentina.

AGGIORNAMENTO ORE 18:41 – Ai microfoni di Violanews.com ha parlato Aleksandar Gruber, agente del calciatore: “Fiorentina e Lazio sono già in contatto con il Genk per Milinkovic-Savic, ma il giocatore è più concentrato sulla partita di domenica prossima contro il Leuven. Il suo cartellino è del Genk e la decisione sul suo futuro spetta prima di tutto al club, solo dopo il suo giocatore potrà esprimere una preferenza sulla destinazione. La decisione definitiva su quale sarà la sua prossima squadra verrà presa entro 2-3 settimane”.

 

 

 

ROMA – S’è preso due giorni di tempo, è combattuto. Ha avvertito, si farà sentire tra oggi e domani. Decide Sergej Milinkovic, deve scegliere chi sposare: la Lazio o la Fiorentina? Il suo comportamento – scrive il Corriere dello Sport – non è piaciuto molto a Formello. Milinkovic aveva detto sì a Lotito e Tare, erano stati i primi a contattarlo, poi s’è inserita la Fiorentina e ha iniziato a vacillare. Sarà un caso, ma non è la prima volta che i Della Valle e Pradè s’interessano a calciatori trattati dalla Lazio. E’ il bello del mercato, si dice. La Lazio vuole un Milinkovic convinto, cerca gente affamata, pronta a legarsi con voglia, nonostante i tentennamenti è rimasta in corsa per il suo acquisto. La Fiorentina ieri era attesa in Belgio per provare a pareggiare l’offerta della Lazio. Lotito sarebbe ancora in vantaggio, ha proposto 10 milioni totali (8,5 più 1,5 di bonus). La Fiorentina s’era spinta sino a nove senza bonus. Il Genk ha chiesto uno sforzo in più, non si sa per quale motivo sembra propendere verso i viola. La volontà di Milinkovic peserà molto, la società biancoceleste si aspetta un minimo di riconoscenza, non è detto che la ottenga. Milinkovic ascolta molto i consigli del padre, vuole che strappi un ottimo contratto. A 20 anni è bene scegliere il progetto migliore, non lo stipendio più pesante.

 

Le parole. Il centrocampista serbo ha parlato ieri, ha espresso tutti i suoi dubbi, cambia spesso umore e opinioni: «Mi trovo in un momento cruciale della carriera – ha detto – potrei fare un grande passo in avanti, forse il più importante. Devo valutare ogni singolo dettaglio. Lazio e Fiorentina sono uscite allo scoperto presentando delle offerte molto interessanti. Parliamo di due grandi club, sto riflettendo su quale dei due sia migliore per la mia crescita. Sono consapevole tuttavia che per quanto conti la mia decisione l’ultima parola spetterà al Genk, potrebbe incassare diversi milioni di euro dalla mia cessione». Milinkovic deciderà da solo, dice…: «Sarà una mia decisione. Entro mercoledì sarà tutto più chiaro. Se Lazio e Fiorentina mi hanno offerto un contratto quinquennale? Sì! Ma adesso non voglio parlare di cifre, se ne parlerà al momento opportuno».

Lo scenario. E’ la settimana di mercato più calda, si decide tutto. Tare ha individuato due ruoli scoperti e ha scelto i giocatori per coprirli. E’ convinto che servano solo due colpi per migliorare l’organico: la punta esterna (Kishna) e una mezzala (Milinkovic). E’ rimasto fedele alla politica adottata con Lotito da un paio di anni. Hanno puntato due ragazzi del 1995, due baby già inseriti in prima squadra, già svezzati a livello internazionale. Kishna ha esordito in Europa League e in Champions, Milinkovic s’è laureato campione del mondo under 20 con la Serbia ed è stato eletto come terzo miglior giocatore del torneo. E’ la settimana delle verità, nelle prossime 24-72 ore si saprà tutto. Kishna e Milinkovic, Milinkovic e Kishna. Chi arriverà per primo? Ma soprattutto, arriveranno davvero tutti e due? ©riproduzione riservata

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy