#MERCATOLIVE – Milinkovic? Sì alla Lazio: e Lotito alza ancora l’offerta!

#MERCATOLIVE – Milinkovic? Sì alla Lazio: e Lotito alza ancora l’offerta!

ROMA – E’ reale e concreto l’affare Milinkovic. La Lazio ha progettato il centrocampo con lui, Biglia e Parolo. E’ considerato una mezzala, può agire da regista e trequartista. L’offerta di 8 milioni sarebbe salita a 8,5 milioni più 1,5 di bonus. Totale: 10 milioni. Può capitare nell’era dei baby…

ROMA – E’ reale e concreto l’affare Milinkovic. La Lazio ha progettato il centrocampo con lui, Biglia e Parolo. E’ considerato una mezzala, può agire da regista e trequartista. L’offerta di 8 milioni sarebbe salita a 8,5 milioni più 1,5 di bonus. Totale: 10 milioni. Può capitare nell’era dei baby valutati a peso d’oro. Milinkovic parla ogni 24 ore, dà lui gli aggiornamenti di mercato. Martedì – sottolinea il Corriere dello Sport – aveva svelato l’interesse della Fiorentina, ha vacillato poche ore, ieri ha dedicato pensieri dolcissimi alla Lazio: «L’offerta dei biancocelesti c’è, credo che possa essere quella giusta affinché possa trasferirmi in Italia. Il Genk ha interesse a trovare una soluzione il prima possibile anche se vuole guadagnare molto con la mia cessione, non biasimo i dirigenti per questo». Milinkovic ha detto sì a Lotito e Tare da settimane, la società conta di chiudere presto.

 

 

E’ un’operazione simile all’affare De Vrij, diventò una telenovela, i tempi sembrano inferiori. Pioli ha bisogno di un centrocampista in più, il prescelto è Milinkovic. E’ nato in Spagna, ha sempre sognato la Liga, sta scoprendo l’Italia, può diventare la sua nuova casa: «Seguo il calcio europeo – ha aggiunto il serbo – a quello italiano non mi ero mai particolarmente interessato. Ora, grazie a internet, mi sto documentando, sto studiando le tradizioni della Lazio e della città». La Fiorentina ha provato ad inserirsi, la Lazio può affascinare di più: «Roma o Firenze? Mi piacciono entrambe, tutti e due i club sarebbero una buona soluzione per la mia crescita. Se non dovesse andare in porto nessun affare aspetterò un’altra occasione. Grazie a Dio sono giovane, non sarò scontento se rimarrò qui. Ma lo ribadisco, è il momento migliore per cambiare aria. Ho avuto una carriera incredibile, quando ho iniziato a giocare a calcio non mi aspettavo di diventare campione del mondo a 20 anni». 

 

Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy