#MERCATOLIVE – Milinkovic spinge per arrivare alla Lazio: summit in Belgio. Le ultimissime!

#MERCATOLIVE – Milinkovic spinge per arrivare alla Lazio: summit in Belgio. Le ultimissime!

ROMA – Passi avanti. Il week-end è trascorso, la Lazio è pronta a lanciare l’assalto decisivo per Sergej Milinkovic. Mateja Kezman, il manager del regista, è atteso in Belgio per parlare con il Genk, per dire alla dirigenza che Milinkovic vuole la Lazio. Le prossime 48 ore, come da previsione,…

ROMA – Passi avanti. Il week-end è trascorso, la Lazio è pronta a lanciare l’assalto decisivo per Sergej Milinkovic. Mateja Kezman, il manager del regista, è atteso in Belgio per parlare con il Genk, per dire alla dirigenza che Milinkovic vuole la Lazio. Le prossime 48 ore, come da previsione, saranno decisive. Kezman, per conto di Lotito, ha già presentato un’offerta di 7 milioni (è stata respinta), ne proporrà un’altra di 8 milioni, sta gestendo l’affare, sta avvicinando le parti. E’ la trattativa più calda, impegna da giorni il diesse Tare. I contatti con il procuratore del serbo (Kezman è l’ex attaccante di Chelsea e Psg) sono stati continui. A Formello ci sarà tanto da fare da qui a giovedì, giorno in cui la squadra di Pioli raggiungerà Auronzo di Cadore. La presenza del tecnico nel centro sportivo servirà per intavolare riunioni di mercato, per rianalizzare le strategie, per agire. In agenda ci sono tanti appuntamenti: sarà discusso il rinnovo di Mauri, dovrebbe incontrare Lotito nel pomeriggio. Si tornerà in pressing su Marchetti e Radu, non hanno ancora detto sì alle proposte contrattuali presentate dalla Lazio.

Le confessioni. Milinkovic è l’obiettivo numero per il centrocampo. Da giorni rimbalzano dichiarazioni di questo ragazzone serbo, nato in Spagna, figlio d’arte, regista e trequartista all’occorrenza. E’ in vacanza, presto dovrà rispondere alla convocazione del Genk. Ma tutto dipende dal mercato, il giocatore vorrebbe chiarire il suo futuro prima di aggregarsi ai compagni. La squadra belga s’è già radunata, il centrocampista dispone di qualche giorno in più di relax avendo disputato il Mondiale under 20: «Mi sono rilassato a mare con la mia ragazza, ora farò tappa a Novi Sad (città a Nord della Serbia, ndr) poi tornerò in Belgio. Il Genk ha già iniziato la preparazione, devo conoscere il nuovo allenatore, Peter Maes». Venerdì aveva lanciato segnali alla Lazio, ieri ha fatto un po’ di melina, è una strategia: «Il mio club attuale è il Genk, ora penso solo a questo. Ripeto, presto tornerò in Belgio per incontrare il nuovo allenatore, per vedere cosa vuole fare con me, poi eventualmente penserò al mercato. Io voglio giocare con continuità così come ho fatto nella stagione appena trascorsa. Questo è tutto». Ha ribadito il suo desiderio: «Il Real Madrid è la squadra dei miei sogni, vorrei giocare lì per tutta la mia carriera». Milinkovic sa che il suo futuro può essere in Italia o in Premier League, dalla Spagna finora non s’è fatto sentire nessuno. In Inghilterra lo vogliono Manchester United e Arsenal. Il Genk è partito da una richiesta di 15 milioni, non sarebbe disposto a scendere sotto i 12 milioni di euro. La Lazio spera di farcela a cifre più basse sfruttando la volontà del giocatore.

 

Borini. “On my way back…”, ha scritto ieri Fabio Borini su Twitter. “Sulla via del ritorno”, è la traduzione. Molti hanno associato quella frase ad un possibile ritorno in Italia, altri al suo ritorno dalle vacanze. Tare è in allerta, se l’attaccante del Liverpool non andrà al West Ham proverà un altro assalto. Può essere la prima vera settimana di mercato. (Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy