Panchina, Bielsa è dentro o fuori: entro domani si decide. E dovesse dire di no…

Panchina, Bielsa è dentro o fuori: entro domani si decide. E dovesse dire di no…

In caso di fumata nera, Simone Inzaghi più di Prandelli

ROMA – Saranno 24 ore decisive, riporta goal.com, e difficilmente si andrà oltre il week-end. Marcelo Bielsa dovrà dire si o no alla Lazio entro domenica sera. A meno che non ci saranno altri rinvii da parte dell’allenatore argentino. Anche perché uno già c’è stato. Lotito gli aveva chiesto di dare una risposta definitiva entro giovedì 9 giugno. Poi però, l’ex allenatore di Marsiglia e Athletic Bilbao ha chiamato il presidente (venerdì sera) per chiedergli altri due giorni di riflessione.

“El Loco” è stato a Roma tre giorni (domenica, lunedì e martedì). Ha incontrato Lotito e Igli Tare per confrontarsi su quelli che erano i suoi principi di gioco, il suo credo calcistico e i suoi programmi nell’eventuale costruzione della squadra. Ha costruito un bel rapporto con entrambi. Soprattutto con il direttore sportivo con il quale ha praticamente vissuto in simbiosi nel corso della parentesi romana. La Lazio gli piace, la rosa, secondo Bielsa, ha soltanto bisogno di qualche piccolo ritocco ma in linea generale va bene così.

E’ un aspetto fondamentale questo, lo stesso che aveva mandato in fumo i piani di portareSampaoli nella capitale. A parte l’aspetto economico, visto che aveva chiesto quasi 4 milioni di euro per se e il suo staff, l’allenatore campione dell’ultima Copa America alla guida del Cile, aveva chiesto lo stravolgimento della squadra.

Una campagna acquisti/cessioni che avrebbe rivoltato, o comunque modificato radicalmente, la rosa a sua disposizione. Questo alla Lazio, al suo presidente, non andava bene, soprattutto dopo un’annata dove tanti giocatori avevano deluso e perso gran parte della loro valutazione sul mercato. Felipe Anderson su tutti. Venderli ora, avrebbe portato il club a doverli svendere e perdere tanti soldi o potenziali incassi.

Proprio per tale motivo, Lotito ha deciso di abbandonare l’affascinante pista Sampaoli e concentrarsi sulle altre. Prima Prandelli, poi De Boer, infine Bielsa. Lotito vuole che il suo parco giocatori venga valorizzato e per questo motivo gli è piaciuta molto la mentalità e il modo di lavorare in particolare dell’argentino. Contento di un gruppo che secondo lui già va bene così come è costruito. Con qualche modifica secondo quelli che sono i suoi gusti e i suoi sistemi di gioco, da tutti si può tirare fuori il 100%. A maggior ragione se a capo di questa squadra c’è una persona con il suo carisma.

Tornando ai tempi della risposta che Bielsa dovrà dare alla Lazio, la sensazione è che possa arrivare entro domani sera. “El Loco” ci sta pensando con grande attenzione. La Lazio lo affascina. La squadra, la città, la sfida di rilanciare un club che nel corso dell’ultima stagione ha vissuto lunghi momenti di buio, contrariamente a quanto successo l’anno prima , quello dell’entusiasmante terzo posto in classifica con conseguente qualificazione ai preliminari di Champions League.

Non è e non sarà però soltanto una decisione tecnica o di carriera però. E’ più che altro una scelta di vita quella di Bielsa. Ha dei problemi personali che lo frenano e che potrebbero fargli decidere di non lasciare l’Argentina. Non è soltanto una sua scelta dunque, ma dovrà essere una decisione presa di comune accordo con la sua famiglia. Per questo l’allenatore ha chiesto altri due giorni di riflessione a Lotito. 48 ore accordate dal presidente, nonostante il club biancoceleste sia quasi fuori tempo massimo (Pioli ad esempio venne scelto il 9 giugno).

D’altra parte però la Lazio ha bisogno di programmare la prossima stagione. Non può più aspettare. Ecco perché è stato chiesto a Bielsa di non andare oltre. Si o no entro il week-end. Altrimenti è facile che la società torni sulle altre strade. Simone Inzaghi più di Prandelli, che si è detto ancora in attesa. Intanto il mercato entra nel vivo >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy