MOSSE DI MERCATO – Per la difesa adesso favorito è (l’ex romanista) Andreolli…

MOSSE DI MERCATO – Per la difesa adesso favorito è (l’ex romanista) Andreolli…

ROMA – La caccia della Lazio è appena cominciata e vivrà le fasi più calde nelle prossime settimane. Pioli ne ha bisogno subito. Gentiletti tornerà a marzo. Ciani è fuori causa almeno sino alla fine di gennaio e al Tardini s’è rotto Braafheid, che resterà fuori due mesi buoni. L’infortunio…

ROMA – La caccia della Lazio è appena cominciata e vivrà le fasi più calde nelle prossime settimane. Pioli ne ha bisogno subito. Gentiletti tornerà a marzo. Ciani è fuori causa almeno sino alla fine di gennaio e al Tardini s’è rotto Braafheid, che resterà fuori due mesi buoni. L’infortunio dell’olandese è una vera sciagura, perché rappresentava un titolare sicuro sulla fascia sinistra e aveva consentito il recupero di Radu nel cuore della difesa. Considerando l’avvio in salita del 2015 (il 6 con la Samp, l’11 il derby con la Roma, il 14 gli ottavi di Coppa Italia con il Torino, il 18 il Napoli) la società biancoceleste lavorerà per stringere i tempi e non rinviare l’arrivo dei rinforzi alla fine di gennaio. Si cerca in Europa, ma non sono escluse sorprese sul mercato italiano. Nella serata di ieri è spuntata una candidatura assai credibile e interessante. Marco Andreolli potrebbe essere un profilo preso in considerazione dalla Lazio. Risponde all’identikit. Centrale mancino, 28 anni e una buona esperienza nel campionato italiano. All’Inter non gioca. E’ considerato in uscita. Ha un vantaggio: Pioli lo conosce benissimo e lo stima. Lo ha allenato nel 2010/11 al Chievo, stagione in cui era appena arrivato dalla Roma: 28 presenze. Ha continuato a giocare con continuità nelle stagioni successive, tornando a essere uno dei difensori giovani più interessanti del campionato italiano. Era un perno dell’Under 21. Non si è imposto in una grande. Anche all’Inter non ha trovato spazio nelle ultime due stagioni.

 

Reparto. La Lazio potrebbe rappresentare una bella occasione per Andreolli. A Trigoria, pur essendo stato accolto con grandi aspettative, non è mai riuscito a decollare ed è stato bloccato anche da qualche infortunio. I rapporti Lotito-Thohir sono ottimale. E’ una soluzione credibile e non sarebbe uno straniero che ha bisogno di tempo per capire il calcio italiano. Nella logica di un reparto destinato a rinnovarsi (Ciani è in scadenza, Novaretti potrebbe andare via) arriverebbe a gennaio per restare in organico nella prossima stagione. De Vrij e Gentiletti sono i titolari, i due cardini della difesa, ma nell’ottica di un ritorno in Europa serviranno altri centrali. Andreolli, mancino di piede, rappresenterebbe l’alternativa di ruolo all’ex capitano del San Lorenzo, che ha già ripreso a correre e sta procedendo bene nel recupero dall’operazione al crociato.

Terziev. Andreolli non esclude ovviamente altre ipotesi. Ha perso quota Vujislav Stankovic, centrale mancino del Partizan Belgrado, 27 anni, in regime di svincolo. Occuperebbe una casella da extracomunitario, avrebbe bisogno di tempo per inserirsi. Era stato seguito dalla Lazio in estate, ma oggi non appare più realmente un candidato. In Bulgaria si è aperta la pista legata a Georgi Terziev, 23 anni, difensore centrale del Ludogorets Razgrad, impegnato ieri sera al Santiago Bernabeu. E’ seguito dallo stesso procuratore di Kiril Despodov, baby attaccante del Litex Lovec, corteggiato l’estate scorsa dal ds Tare che lo voleva portare nella Primavera della Lazio. Terziev è un destro e Pioli ha chiesto espressamente un centrale mancino. Piace Mauricio, 26 anni, brasiliano dello Sporting Lisbona. Il club lusitano attraversa una pesante crisi finanziaria: può cedere i pezzi migliori a gennaio. (Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy